Per offrirti un servizio su misura www.themasrl.it utilizza cookies, anche di terze parti. Continuando la navigazione nel sito ne autorizzi l'uso.  OK   Scopri di più

24 Oct

Novembre alle US Virgin Islands

inserito da ThemaNuoviMondi

PrintIl 1° Novembre le Vergini USA commemorano il Liberty Day in memoria di David Hamilton Jackson che introdusse la Free Press alle isole, un tempo Danish West Indies, oggi U.S. Virgin Islands. La festività é celebrata ampiamente sull’isola di St.Croix: musica, gastronomia e discorsi sono il fulcro della festa, talvolta accompagnata anche da una parata. Facendo fede al nome di questa festa – Bull and Bread Day – oggi si gusta arrosto di manzo con sugo e pane, una tradizione che si rinnova ogni anno per ricordare un eroe dell’arcipelago. Il “Liberty Day” é anche un’occasione per trascorrere una vacanza di Novembre al mare e sulle spiagge dell’arcipelago: stagione particolarmente adatta a cogliere opportunità di prezzi bassi – almeno tra il 25% ed il 50% in meno rispetto all’altra stagione da metà Dicembre ad Aprile – ed il clima é ottimo. Può diventare un viaggio gastronomico o una vacanza colma di avventura esotica. Ogni scusa é ottima per fare una vacanza a novembre alle Vergini USA, scegliendo una combinata con una città del continente statunitense.

Non bisogna certamente perdere un’intera giornata sulla spiaggia di Trunk Bay a St.John con il suo percorso sottomarino per lo snorkeling. La splendida spiaggia é stata inclusa da Condé Nast Traveler tra le “8 Spiagge più belle dei National Park negli U.S.” proprio nell’anno del centenario dei parchi Nazionali Americani. Non é propriamente comune trovare spiagge di questo rango! Il ristorante di Cruz Bay, The Longboard é una vera e propria cantina di mare che basa l’esperienza culinaria su ingredienti freschi locali; ci si va per un happy hour dalle 15.00 alle 18.00 e si assaggia anche la ginger beer e la grapefruit soda fatta in casa. I cocktail creativi si ispirano alle regioni costiere di tutto il mondo, celebrando così lo stile avventuroso in riva all’oceano, in quest’isola tropicale con pensiero rilassato. Poi si cena: lo Chef Kenny Claxton dirige la cucina e produce piatti con sapori decisamente caraibici. Sono soddisfatte esigenze di celiaci, vegetariani e vegani.. Delizioso lo shop con magliette originali e cappellini.

Al largo di Frederiksted a St.CROIX si fanno escursioni in barca a vela con Lyric Sails per divertirsi un giorno intero, al tramonto con musica dal vivo, abbinamento di vini, cene ed anche yoga. Chi ama il verde intenso, la flora e le memorie coloniali non può mancare l’esplorazione del St. George Village Botanical Garden di St. Croix. Poi, verso sera gustare un delizioso cocktail gooseberry pop preparato da Frank Robinson di Zion Modern Kitchen a Christiansted. Potete sempre continuare l’avventura gastronomica con pasti ed esperienze luculliane nei ristoranti che aderiscono alla Dine VI dal 27 Ottobre al 12 Novembre.

Dimenticate la paura e provate l’esperienza unica della vita con St. Thomas Flyboarding qualcosa tra il volo ed il salto sull’acqua, l’esperienza dell’ultima ora, estremamente esilarante e sicura, nonché facile da imparare! Una breve lezione di 20 minuti all’Island Beachcomber sulla meravigliosa Lindbergh Bay per capire come funziona, bilanciarsi sull’acque e volare ad alcuni metri dalla superficie dell’acqua, poi tutte le possibilità saranno senza limiti! La spiaggia é anche ideale per l’intera giornata di relax. Verso sera, un salto a Mountain Top, per gustare la famosa versione del daiquiri con la fragranza di banana; qualcosa di diverso ed esotico con una spettacolare vista sull’arcipelago: una delle migliori esperienze a St.Thomas.

25 Sep

Il SOUTH CAROLINA si prepara all’Eclissi Solare del 21 agosto 2017

inserito da ThemaNuoviMondi

TSUSA_logo_siteLo Stato del SOUTH CAROLINA sarà il punto geografico statunitense ove – dopo aver attraversato gli Stati Uniti dall’Oregon in soli 94 minuti – la Grande Elissi Americana del 2017 abbandonerà il continente. Il South Carolina é quindi una location ottimale per ammirare il fenomeno dell’eclissi solare, evento unico che avviene solo in alcuni sc-solar-eclipsedistinti stati degli USA, il 21 Agosto 2017. Dal 1979 non si verifica questo fenomeno. L’eclissi raggiungerà la South Carolina alle 2.36 pm EDT e lascierà lo stato alle 2.49 pm EDT. L’opportunità singolare passa dalle località di GREENVILLE, COLUMBIA e CHARLESTON e grazie alla stagione estiva soleggiata c’é anche la probabilità di avere cieli limpidi. Molteplici gli eventi celebrativi in calendario: La Eclipse Fest 2017 al Chattooga Belle Farm & Distillery Long Creek é uno di questi, così come l’evento nella capitale dello stato, Columbia, al South Carolina State Museum che organizza sia Solar Eclipse Soiree, Sabato 19 agosto sia il Solar Eclipse Totality Party, il Lunedì 21 agosto 2017. Ed é proprio il SC State Museum a diventare il quartier generale dell’Eclissi 2017: selezionato dallo Space Grant Consortium al College of Charleston, per essere il training center NASA ufficiale delle Midlands. Il Museo vanta un osservatorio con un telescopio del 1926 Alvan Clark, un’esposizione di antichi telescopi ed un planetario state-of-the-art. Per questa speciale occasione. esperti ed astronomi saranno a disposizione deivisitatori per cogliere al meglio il fenomeno e conoscerne i dettagli. Columbia beneficerà di 2 minuti e 30 secondi di eclissi totale. Info: http://scmuseum.org/eclipse/

GREENVILLE offrirà l’esperienza di 2 minuti ed 8 secondi di eclissi totale. E’ incastonata ai piedi delle Blue Ridge Mountains; la sola Dupont State Forest é un luogo da esplorare per ritrovare le location di due celebri film: Hunger Games e L’Ultimo dei Moicani. I suoi dintorni, laghi, cascate, i quartieri sulle sponde settentrionali ed occidentali del Reedy River conducono ad ammirare dimore storiche, tesori architettonici in svariati stili e ad ascoltare storie del ricco passato. La Roper Mountain é il posto migliore per catturare l’evento celestiale così come tutta la Contea di Greenville e parte delle contee confinanti che si trovano lungo il percorso dell’eclissi solare nel 2017. Qui al Roper Mountain Science Center ci saranno eventi organizzati con gli astronomi. Info: https://ropermountain.org/main.asp?titleid=eclipse2017

Infine CHARLESTON, storica ed affascinante cittadina, prossima alle rive dell’Atlantico, vivrà 1 minuto e 40 secondi di buio. La luce poi vi mostrerà tutte le bellezze architettoniche di questa città incantevole. www.charlestoncvb.com

08 Sep

Il miglior Foliage del New England

inserito da ThemaNuoviMondi

logoE’ stata un’estate calda ed umida! Poche le giornate fresche e secche mentre lentamente ci si approccia verso la stagione più gloriosa dell’anno in tutta le regione del New England.  L’autunno nel New England é un periodo dell’anno a dir poco magico e l’intera regione ne celebra il suo arrivo. Nei graziosi villaggi e nella piccole cittadine la gente locale ed il visitatore si uniscono negli eventi stagionali, le sagre agricole, i festival che inneggiano alla zucca ed i misteri della stregoneria. E’ una tavolozza che s’innesta nella meraviglia del fogliame coi colori autunnali: il più bello spettacolo del pianeta!

foliageIl Fall Foliage nel New England é sia scenografia sia sublime atmosfera per una vacanza autunnale. Parte dello spettacolo é il ben noto  “leaf peeping”- caccia al miglior fogliame – , benché questo termine sembri “passivo” in realtà cela una moltitudine di attività per creare l’autentica esperienza dell’autunno. Raramente il fogliame é deludente. L’arrivo dei colori autunnali segue un percorso non facilmente prevedibile. Inizia all’estremo nord della regione dove si concentrano le massime elevazioni; poi si sposta lentamente verso il sud, in zona collinare e verso la costa nell’arco di 4/6 settimane. Mai un anno é simile a quello precedente, nonostante l'”Estate Indiana” possa essere anticipata o tardiva, lunga o concentrata, i colori sono accessi, pastello o ruggine, variando dalla predominanza arancione per arrivare al travolgente rosso. Come si giostri ogni stagione dipende unicamente dall’interazione tra la foresta e le condizioni meteo e del clima.

Generalmente si sa che l’annata più bella accade dopo un inverno solido ed una primavera relativamente temperata e piovosa, un’estate serena con equa distribuzione di piovaschi, ma soprattutto una giusta distribuzione di giornate calde, soleggiate e notti fresche durante le settimane del preludio autunnale. Quest’anno gli aceri hanno prodotto pochi semi, con i fiori congelati sui rami. Gli alberi da frutta hanno sofferto la medesima condizione, tanto che raramente si sono avute pesche mature. Certamente ci sono stati danni naturali, ma gli alberi non hanno dovuto usare risorse nel produrre semi così da incamerare energia. Dopo un inverno secco, la neve primaverile ha fornito acqua alle foreste poco prima dei nuovi germogli. Poi si é inserita la tarda primavera e l’estate calda e secca. La maggior parte del New England del nord ha visto il doppio delle giornate oltre i 32° C con umidità stabile. La regione comunque ha patito siccità per oltre un anno, nonostante sparuti temporali, tanto che alcuni alberi alle pendici della montagne o nelle zone suburbane già presentano alcune foglie arancioni o marroni  La siccità di norma concentra la stagione autunnale, accorciandone il momento di passaggio dalla colorazione del fogliame alla sua caduta dai rami. Anticipa la colorazione e concentra gli zuccheri nelle foglie tanto che il colore rosso quest’anno sarà breve ma intenso. Se non ci saranno temperature fredde le zone migliori per il fall foliage saranno le medesime ove le precipitazioni piovose si sono maggiormente concentrate l’anno scorso e di norma questo é nel New England del nord: il Vermont settentrionale e le montagne del Maine fino alla regione della Mid-Coast potrebbero risultare le migliori quest’anno. In questa condizione più calda, nelle zone più secche si potranno vedere colori brillanti e consistenti nelle vallate coi fiumi, vicino ai laghi e sulle pendici settentrionali. In breve le condizioni climatiche calde e secche dell’annata hanno predisposto un autunno precoce. Dovesse giungere il freddo, potremmo assistere ad un autunno breve ma molto intenso con colori sgargianti. Se le temperature calde dovessero continuare in autunno avanzato, i migliori colori saranno nelle zone che hanno ricevuto più pioggia. Consultate la  Leaf Peeper  App gratuita di Yankee Magazine, per pianificare al meglio l’itinerario di viaggio nel New England.

Vi aspettiamo per condividere la nostra migliore stagione dell’anno!

Fonte: New England Today Seasons.

06 Sep

Outdoor con Fall Foliage in Massachusetts: vivere l’esperienza attiva nella natura

inserito da ThemaNuoviMondi

PrintBoston ed il Massachusetts sono tra le mete preferite per godere del fenomeno del Fall Foliage durante tutto il mese di ottobre: la natura é una scenografia perfetta e magica, che presenta un caleidoscopio di colori accesi ed una tavolozza cromatica invidiabile per qualsivoglia amante della bellezza e della fotografia. L’ambiente delle foreste e dei boschi diventa anche scenario perfetto per alcune esperienze outdoor che aggiungono il piacere dell’evasione alla vacanza. Quattro luoghi ed attività da non mancare.

A CAVALLO con RIDGE VALLEY RIDING STABLES  a Grafton – Potete dedicarvi ad una giornata a cavallo nella pittoresca regione del Central Massachusetts a solo un’ora d’auto da Boston. A cavallo attraversate la Blackstone Valley, da Plummer’s Landing fino alla River Bend Farm nel parco  Blackstone River e Canal Heritage State Park. Questo percorso comporta la bellezza di 12 km di fogliame lungo il canale. Addentratevi lungo i ruscelli e sulle sponde dei laghi distribuiti in questa zona. L’organizzazione di questa bella escursione a cavallo include anche un bel pic-nic autunnale! 

IN CANOA O KAYAK al QUABBIN RESERVOIR a New Salem – Pagaiare dolcemente in mezzo a questo grande lago del Central Massachusetts, costeggiato da arbusti ed alberi ed osservare lo splendore del Fall Foliage dall’acqua é un’emozione naturale che dona serenità. Noleggiate la canoa o il kayak ed approfittate della poca gente lungo il fiume durante le giornate autunnali. Lo spirito si ritemprerà!

SULLA CIMA DEGLI ALBERI con DEERFIELD VALLEY ZIPLINE CANOPY TOURS a Charlemont – Volare tra gli albero si può grazie a questa organizzazione che si trova sul Mohawk Trail, nel versante settentrionale. Si parte dalla cima della Hawk Mountain per giungere a circa 180 metri nella valle sottostante. La Zoar Outdoor vanta 11 zipline, 2 sky bridge e 3 calate a corda doppia sospese tra gli alberi e collegate con piattaforme di sosta dalle quali ammirare il panorama della foresta.

IN BICI con RIDE NOHO a Northampton – La graziosa ed eclettica cittadina di Northampton nel Western Massachusetts offre una della zone in assoluto più belle per andare in bici. Pedalare ammirando la strade illuminate dai colori della natura e dal fogliame, guidati da una guida esperta dei luoghi che conosce i posti migliori per il migliore Fall Foliage é un’esperienza per il corpo e gli occhi!

29 Aug

Le Northern Lights nella Real America

inserito da ThemaNuoviMondi

RealAmerica-01Il fenomeno delle northern lights (aurora boreale) affascina l’umanità fin dalla prima apparizione centinaia d’anni fa. Ispirò tante leggende delle  tribù Indiane native del Nord America; una, ad esempio, é del dio Nanabozho della tribù Algonquin. Creò l’universo, viaggiò verso nord dopo aver creato la terra e costruì un grande falò che occasionalmente illuminava il cielo mandando segnali di benevolenza celeste. Aurora – divinità romana dell’alba – e Borea – divinità greca del vento -, per la collisione di elettroni a circa 80-480 km. sopra la superficie terrestre guidati dal campo magnetico, sprigionano raggi abbaglianti verdi, rosa, viola e bianchi che per lo più si ammirano tra le latitudini polari settentrionali e meridionali tra i 60° ed i 75°, secondo il National Oceanic and Atmospheric aurora1-credit-mike-mccrimmon-bassaAdministration’s Space Weather Prediction Center. Rimanete sempre sintonizzati con il NOAA Space Prediction Center che segue il livello di geomagnetismo: il suo Space Wearher Prediction Dashboard é un’ottima risorsa. Se segnala il livello “storm” allora ci sono ottime chance per il fenomeno! Oppure consultate Aurora 30 minute Forecast sempre di NOAA. Contrariamente all’eclisse, non necessita di accorgimenti o equipaggiamenti particolari: basta uscire, possibilmente nel “nulla intorno”, puntando lo sguardo verso nord al cielo. Nella  Real America del nord Ovest USA  ad alta latitudine negli USA, nel Montana e North Dakota – al confine con il Canada – si possono ammirare le northern lights con clima favorevole, luna piena e minima invasività delle luci delle città. I periodi migliori sono in autunno, inverno e primissima primavera, da Settembre a Marzo, con climi freddi, notti chiare e limpide, tipicamente invernali. Il fenomeno appare in notturna, dalle 22.00 fino alle 2 del mattino. Le luci spesso si intensificano in una manciata di secondi o minuti, oppure ore, poi diventano strisce che sembrano danzare, ondulazioni, archi o spirali, creando uno show di luci colorate. Molti alberghi si premurano di dare la sveglia nel caso ci siano le northern lights! BROWNING nel Montana, ad est del Glacier National Park, in piena Riserva Indiana dei Blackfeet é uno dei migliori luoghi negli USA per avvistare le northern lights. Trascorrete la giornata esplorando i sentieri hiking del Parco Nazionale con oltre 1000 km. di percorsi, tra natura immacolata, fauna selvatica e belle viste delle Rocciose. Browning é sul percorso del treno Amtrak, Empire Builder, che da Chicago viaggia verso ovest effettuando ben tre fermate al Glacier. Anche il North Dakota con clima secco, poche nuvole, notti scure offre spettacoli vividi, grazie anche alla scarsa densità di agglomerati popolati. I North Dakotans talvolta vedono northern lights in ogni direzione. Il fenomeno si vede bene a nord-est e nell’estremo nord dello stato. La cittadina di Rugby  é il centro geografico del Nord America: il suo Northern Lights Tower &  Interpretive Center – incrocio tra le Highway 2 & Highway 3 – offre programmi di scienze naturali, su aurora boreale, comete, fenomeni astronomici, fotografie brillanti dell’esperto di Northern Lights, Jay Brausch, un chiosco con informazioni dettagliate su come e perché appaiono nel cielo. La Tower d’acciaio di 30 metri s’illumina dedicata al più meraviglioso fenomeno naturale delle Northern Plains. Tutta questa zona delle Drift Prairie nel nord-ovest con la cittadina di Minot, fermata dell’ Empire Builder di Amtrak, é ottimale con inverni gelidi a -18° C. La sua comunità di origine scandinava vanta lo Scandinavian Heritage Park con una storica dimora norvegese di oltre 230 anni. Se arrivate nella capitale Bismarck, lo splendido North Dakota Heritage Center & State Museum: presenta un atrio ispirato al Tepee degli Indiani, con vetrate aperte alla luce ed al cielo; si chiama “Northern Lights Atrium” e di notte si illumina coi colori “boreali”.

Credito fotografico: Mike McCrimmon

23 Mar

Un’eclisse solare totale arriva negli USA ad Agosto 2017! Dalle Montagne Rocciose agli Stati del Sud. Eccovi dove ammirare l’eclissi!

inserito da ThemaNuoviMondi

Metà Agosto 2017: la gente comincia arrivare negli Stati Uniti da tutto il mondo, poiché per la prima volta un’eclissi solare totale si svolge in questo paese e può accogliere i “cacciatori-di-eclisse”.

18 Agosto 2017: le città lungo il percorso dell’eclisse hanno già deciso di creare zone per ammirare il fenomeno, approntando la logistica, assicurando comodità, divertimento e sicurezza.  La gente che si raduna in questi luoghi per vedere l’eclisse comincia il countdown per il giorno dell’eclissi mettendo a punto tutto l’equipaggiamento fotografico, i filtri, sedie, tavoli, telescopi, monitor TV, strumentazione  web cast, cappelli, protezione solare e tutto è pronto per il grande giorno! La festa può iniziare….

21 Agosto 2017: Eclipse Day!

MONTANA

In questo stato l’eclisse si verificherà per una frazione minima in una minuscola zona del sud ovest del Montana si potrà godere della totalità.

WYOMING

eclisse WYSfortunatamente il primo National Park è appena fuori dalla totalità dell’eclisse.  Ciò nonostante il Grand Teton National Park ne rimane coinvolto: il confine che separa questi due grandi parchi nazionali coincide con l’estremo limite nord del percorso dell’eclissi tanto da rendere la porzione meridionale del GRAND TETON NATIONAL PARK il luogo migliore per ammirare l’evento.  Nella parte centrale il parco vedrà l’eclissi alle 11:35am per 2 minuti e 20 secondi. Sempre se il meteo lo consentirà, la gente potrà provare l’esperienza della natura nel luogo che si dichiara essere “The Place To Be”….Altre località coinvolte: Pavillion (11:38), Shoshoni e Riverton (11:39) per arrivare a Casper con 2 minuti e 23 secondi di spettacolo. La linea centrale passa proprio sopra l’incrocio della highway 220 con S. Poplar Street alle 11:42:34am! Douglas, Glendo, Thermopolis, Lusk e Torrington completano la lista delle cittadine che offrono lo spettacolo dell’eclissi totale.

MISSOURI

eclisse MOL’eclissi attraversa questo stato e curiosamente la gente potrà ammirare comunque l’eclissi meglio che in ogni altro punto del percorso. Infatti: Kansas City e St.Louis sono parzialmente sul percorso della totalità del fenomeno. Benchè Kansas City e St.Louis siano città grandi basti solo dire che in entrambe si vedrà una breve durata della totalità. La gente a Kansas City deve dirigersi verso nord e a St.Louis verso sud. Comunque sia, in entrambi i casi bisogna uscire dalle città. Un buon punto a Kansas C. sono i parchi settentrionali – Hodge Park – o addirittura i parchi attorno a Smithville Reservoir. Per la totalità dell’eclissi conviene andare a Liberty o Excelsior Springs. St. Joseph rimane sulla linea centrale ed è un ottimo punto d’avvistamento offrendo 2 minuti e 38secondi della totalità alle 1:06:26pm! Per chi si muove da St. Louis basta dirigersi a sud o ad ovest, verso i parchi di Jefferson Barracks o Clydesdale; ancora più distanti i parchi di Lone Elk, Castlewood o Greensfelder vanno benissimo. Più ci si avvicina a St. Clair (Sud-ovest) o Festus (sud) ancor meglio per la durata dell’eclisse: nel primo caso 2 minuti 40secondi alle 1:15:40pm; nel secondo caso 2 minuti 37secondi alle 1:17pm.  Chi si trovasse nella capitale Jefferson può vedere l’eclissi alle 1:14:19pm direttamente stazionando sulla scalinata del Capitol per 2 minuti e 29 secondi. Una cosa é certa: St. Louis ne rimane coinvolta nella sua parte urbana meridionale, ma Downtown St. Louis, the Arch, Busch stadium ed il Lambert airport non sono sul percorso dell’eclissi totale.

KENTUCKY

eclisse KYAnche lo stato del Kentucky comprende splendide zone d’avvistamento con la totalità dell’eclisse a (1:22pm) per almeno 2 minuti e 20 secondi. The Land Between the Lakes é un luogo eccellente per ammirare l’eclisse ed ancora più a nord é ancor meglio! Eddyville ammira il fenomeno per 2 minuti 39 secondi alle  1:23pm; successivamente Hokinsville che ne gode per 2 minuti e 40 secondi con la totalità. Il College locale si sta infatti preparando poiché è uno dei luoghi migliori. Mammoth Cave e Murray non sono nel percorso del fenomeno, così come non lo sono né Louisville né Lexington: in queste località l’eclissi non sarà totale.  Il vero show é nel versante sud-ovest del Commonwealth.

TENNESSEE

eclisse KYNashville può ben gioire di diventare  anche la capitale dell’eclisse totale in Tennessee. Prioprio dove sorge il Capitol dello stato la gente potrà ammirare la totalità per 1 minuto 54 secondi alle  1:27pm: un’eclisse di gran rispetto.  Verso la zona di Grand Ol’ Opry, e lungo il bel Briley Parkway si ammira l’eclisse per 2 minuti 13 secondi, sempre alla stessa ora. A Lebanon arriva un minuto dopo. Le piazzuole di sosta sulla I-40, ad ovest dell’uscita per Buffalo Valley sono proprio sulla linea centrale. Due cittadine per ammirare lo show: Murfreesboro, Sparta e Baxter. Chattanooga invece non é sul percorso così come non lo é Knoxville. Se ci si trova a  Memphis, l’eclisse non sarà mai totale. Clingman’s Dome invece é un ottimo posto per ammirarne la totalità.

GEORGIA

eclisse GAAtlanta non é sul percorso dell’eclissi totale. Bisogna dirigersi a nord e la I-85 é la strada migliore anche per raggiungere il South Carolina ove si assiste allo “spettacolo”. Ci sono comunque tante valide opzioni in Georgia: la I-75 verso nord oppure la US19 o la US23 verso il Tennessee ed il North Carolina. Nel  Peach State bisogna avvantaggiarsi nella zona nel nord-est, in un’area di circa 20 km tra il confine con TN e SC. A Clayton si può godere dell’eclisse per 2 minuti 34 secondi alle 2:35:45pm; Toccoa gode della totalità per 2 minuti e 2 secondi ed è una cittadina leggermente più grande. Non vanno bene né  Athens, nè Gainesville o Augusta. Suggeriamo  Black Rock Mountain State Park: qui si può vedere la totalità per 2 minuti 36 secondi!

 NORTH CAROLINA

eclisse NCIl fenomeno coinvolge una piccola parte del territorio, ma ne vale la pena trattandosi del Great Smoky Mountains National Park nella sua porzione occidentale in pieno percorso di eclisse totale. Non tutto il parco nazionale gode della totalità e dipende molto dal luogo nel quale ci si trova.  Bisogna spostarsi il più ad ovest possibile, verso le montagne. La totalità si può ammirare a Murphy per 2 minuti 26 secondi alle 2:34pm, ad Andrews 2 minuti 38secondi alle 2:34pm, oppure Franklin per 2 minuti e 30 secondi alle 2:35 pm. Se vi trovate ad Asheville o Charlotte sappiate che l’eclisse qui non é totale.

 SOUTH CAROLINA

eclisse SCEbbene qui alle 2:36:02pm l’ombra della grande eclisse totale tocca per prima lo fase finale sul suo percorso. Molteplici sono le cittadine coinvolte. Greenville – una grande cittadina – è completamente in ombra alle 2.38 pm. Anche Greenwood è un’altra cittadina tra le maggiori ad essere coinvolta nello show per 2 minuti e 28 secondi alle 2:39; seguita da Columbia due minuti più tardi. Qui al Capitol Building s’ammira il fenomeno per 2 minuti 30 secondi. Sumter é sul percorso così come i bei laghi di Marion e Moutrie. La città più grande coinvolta è Charleston, sul versante meridionale del percorso: basta trovarsi a nord-est della città! La linea centrale taglia la US17, proprio a sud dell’ultima cittadina che verdà l’ombra, McClellanville. Da qui l’ombra lascia l’ultimo tratto del territorio Americano alle 2:49:07.4pm su una spiaggia isolata della barriera sulla punta della Wildlife Preserve di Cape Romain, ad est di McClellanville.

 Fonte: http://www.eclipse2017.org/2017/path_through_the_US.htm

15 Mar

inserito da ThemaNuoviMondi

logoDurante la 19° Edizione di SHOWCASE USA-ITALY tenutasi a Torino il 7 ed 8 Marzo,  Massachusetts e Isole Vergini Americane – rappresentate in Italia da Thema  Nuovi Mondi – hanno ricevuto per ben 4 volte il Premio Speciale intitolato alla memoria di Cristina Ambrosini.

Il Premio Speciale alla Memoria di Cristina Ambrosini, creato dalla VISIT USA Association Italia nel Settembre 2015, vuole diventare  un riconoscimento annuale (consegnato durante la manifestazione SHOWCASE USA-ITALY ogni anno a Marzo) ad un partner di qualsivoglia segmento dell’industria del turismo italiana (Tour Operator, Linea Aerea, Compagnia di Navigazione, Azienda di Noleggio auto, camper, o moto, Compagnia Alberghiera e/o Hotel individuali, Destinazioni USA) che abbia saputo ideare un programma integrato di promozione di un prodotto/segmento turistico legato ad una delle realtà care a Cristina, strettamente correlato agli Stati Uniti d’America.

I contenuti del Premio Speciale vertono sui seguenti temi specifici: Biodiversità e Ambiente, Ecoturismo, Turismo Accessibile, Culturale, d’Arte e letteratura, d’Avventura, Multiculturalità, Etnie e Popoli.

 L’Ufficio Turismo Massachusetts Italia ha ricevuto ben 3 riconoscimenti:

 – TURISMO ACCESSIBILEPremio Turismo Accessibile– TURISMO d’ARTE e LETTERATURA

Premio Turismo d'Arte & Letteratura– TURISMO MULTICULTURALITA’

Premio Turismo MulticulturalitàLe Isole Vergini Americane sono state invece premiate nella categoria:

TURISMO BIODIVERSITA’, AMBIENTE, ECOTURISMO

Premio USVI

14 Mar

Una APP italiana per le Isole Vergini USA

inserito da ThemaNuoviMondi

PrintL’arcipelago delle US Virgin Islands – territorio statunitense nei Caraibi – lancia una APP in italiano, gratuita e scaricabile dal sito isoleverginiusa.it a portata di mobile e tablet.
La scoperta delle tre isole maggiori St.Croix, St.John e St.Thomas, ma anche delle minori Hassel Island e Water Island in una chiave che rende giustizia a molteplici aspetti forse meno noti. La APP accompagna il Centenario delle US Virgin Islands celebrato dall’Agosto 2016 fino al Dicembre 2017. E’ festeggiamento “Multi Year” e “Multi-Event” con programmi ed attività che vogliono sottolineare relazioni locali, di territorio, nazionali e globali. E’ un anno veramente speciale, d’arricchimento, memoria, riflessione sul passato per contemplare il presente e costruire il futuro, per rimarcare la qualità di vita durante il secondo secolo del Territorio delle Us Virgin Islands. Le isole sono protagoniste di un viaggio tropicale ricco di ingredienti, grazie ad una fusione di storia culturale globale ed autentica, che lega isolani avvantaggiati da diversità, legati nell’unità e coscienti del proprio patrimonio che li distingue.

cover_USVISe il turismo di massa non coglie molteplici aspetti dei Paesi e delle proprie culture, il viaggiatore – al contrario – con l’APP italiana, trova molteplici spiegazioni, ma anche ispirazione per trascorrere una vacanza diversa e meno casuale, immergersi in un viaggio attraverso l’incontro secolare di tante culture che hanno lasciato il proprio segno. La APP curata da LATITUDES è una chiaro invito a vivere e contemplare le Vergini USA, cogliendone la qualità di vita per rafforzare le relazioni e stimolare le esperienze di viaggio.
Il passaggio dagli USA continentali all’arcipelago è breve: voli di linea diretti collegano ogni giorno a St.Thomas e St.Croix, i due maggiori scali isolani. Da qui il passo è breve per vivere una vacanza in una realtà caraibica ben lontana dai soliti cliché.
L’arcipelago composto da una cinquantina di isole ad est di Puerto Rico offre al viaggiatore italiano numerose opportunità per vivere una dimensione nuova di una vacanza genuina ai Caraibi Americani. Storia, multiculturalità, musica, cucina, tradizioni ed un congiunto di 8 unità del National Park Service sono solo alcune delle esperienze oltre le splendide spiagge, la natura incontrastata, il mare idilliaco.
Le Isole Vergini Americane oggi propongono esperienze naturalistiche, culturali e sociali, sostengono e preservano il patrimonio della natura e delle proprie tradizioni: dagli originali nativi Taino alle Plantation coloniali, l’architettura, i musei, la musica, le danze, la gastronomia. Oltre 200 anni di storia dell’uomo ai Caraibi! Ogni isola conserva un patrimonio culturale che dalla Danimarca passa attraverso l’Africa agli USA. Un viaggio alle US Virgin Islands è un’immersione in un mondo tropicale di insolita bellezza e ricchezza: stimolante, coinvolgente, pronto a presentare scoperte fuori dall’ordinario.
A supporto il sito internet rinnovato, video clip esaustivi ed emozionali, immagini da sogno.
L’Ufficio del Turismo in Italia ha anche attivato il canale social FACEBOOK per poter presentare ai viaggiatori Italiani esperienze impareggiabili, spesso misconosciute o raramente esaltate nel canale tradizionale dell’industria turistica. Il mistero quanto mai affascinante dei graffiti dell’antico popolo dei Taino a Saint John; il fascino delle due baie bioluminescenti a St.Croix, estremamente rare, fenomeno naturale ed un vero tesoro, create da micro-organismi. Kongens Quarter, il Quartiere del Re sulla Government Hill di Charlotte Amalie a St.Thomas. Questo ed altro per catturare l’anima del viaggiatore italiano curioso, avventuroso, ecologico, amante della natura e della storia, che cerca la fuga perfetta a sua misura, fuori dagli schemi, oltre i villaggi vacanza. Isole per coppie, amici, famiglie con bambini. Isole a due passi dagli Stati Uniti d’America.

23 Feb

E’ online il nuovo sito web delle ISOLE VERGINI USA

inserito da ThemaNuoviMondi

PrintISOLEVERGINIUSA.IT è il sito in italiano dell’arcipelago territorio statunitense nel Mar dei Caraibi, logica estensione tropicale dal continente americano. Online con menù intuitivi, semplice, avvincente. Anche comunicazione social con FB.

 Le tre principali isole Saint CROIX, Saint JOHN e Saint THOMAS illustrate nel sito web sono un invito ad esperienze di viaggi e vacanze diverse. Si uniscono anche isole più piccole quali Water Island ed Hassel Island, patrimoni della natura e della storia. L’arcipelago si vuole nettamente distinguere da altre isole dell’area, sottolineando la sua vocazione alla vacanza in tutta libertà e la facilità a combinarsi con un soggiorno nel continente USA.

  • Curiosando e consultando il sito si accede anche ad immagini e video clip che ben illustrano la singolarità d’ogni isola
  • Si scopre che ogni isola offre il suo carattere ed il suo patrimonio naturalistico e culturale così diverso: tante le attività esplorative adatte a tutti
  • Il sito è uno strumento per cominciare a ideare la propria vacanza ai Caraibi meno schematici, più liberi, meno turistici ideali al viaggiatore indipendente fuori dagli schemi
  • Trasporti, alloggi ad ogni portata di tasca, operatori italiani specializzati e curiosità della tradizione e della gastronomia sono a portata di click
  • Accessibilità e spiagge Blu: due componenti di rilievo con garanzia di genuinità e servizi
  • Per i romantici e le giovani coppie il sito spiega come realizzare il sogno della vita: un matrimonio unico ai Tropici, scegliendo la propria isola ideale ad un costo molto basso, con una pratica snella ed il riconoscimento della licenza matrimoniale pronta da registrare in Italia. Ogni passo è descritto minuziosamente per offrire un’idea fuori dall’ordinario, rompendo i soliti schemi.
  • La brochure italiana è disponibile nel sito: sfogliabile e scaricabile.

 

Il nuovo sito vuole anche celebrare il 2016 Anno del Centenario del sistema del Parchi Nazionali USA: le Vergini Americane si uniscono con un patrimonio oltre ogni immaginazione di Parchi Storici e Monumenti Nazionali di storia dell’uomo e della natura, a Saint Croix e Saint John. Quattro le realtà dell’NPS tra mare e spiagge, barriere coralline, foresta tropicale, reperti pre-Colombiani e cittadine coloniali, lagune patrimonio della biosfera.

  • Il sito vuole invitare avidi viaggiatori italiani archeologi, antropologi, storici, naturalisti, hiker, esploratori dei tropici più a-la-carte e maggiormente protetti.
  • Chi ama esperienze di viaggio e si predispone ad immergersi nel DNA delle Isole Vergini USA potrà unirsi alla celebrazione nel corso del 2016 e 2017 del Centenario dell’Arcipelago,TERRITORIO USA: da Agosto 2016 l’arcipelago – infatti – festeggia il passaggio storico nel 1916 da patrimonio coloniale secolare della Corona Danese agli Stati Uniti con lo storico TRANSFER del 1917, a Marzo.
  • Nel web sono illustrati secoli di storia, di culture che si sono avvicendate, di isolani che hanno difeso e lottato per la propria autonomia ed indipendenza, in una ricerca continua di identità.

Da marzo 2016 il sito offrirà una App/E-Book gratuita interattiva realizzata da LATITUDES, scaricabile sul proprio smartphone e tablet, per viaggiare tra i secoli, di isola in isola e scoprire quante civiltà hanno lasciato testimonianze culturali ancora esistenti alle Isole Vergini USA e quante voci umane hanno dato vita alle tradizioni che ancora oggi sono parte della vita delle isole Vergini Statunitensi.

25 Jan

ISOLE VERGINI USA: un San Valentino tropicale a St. CROIX

inserito da ThemaNuoviMondi

PrintST. CROIX isola per tutte le coppie e per tutte le tasche. Idee romantiche con l’aiuto di Cupido per rendere il weekend di San Valentino speciale con un tocco di Tropici nell’isola più romantica dell’Arcipelago stelle & strisce.
La più romantica delle Vergini Americane offre voli diretti dal continente e fantastiche scenografie. Aggiungete cucina, rilassanti spa, shopping locale ed il mini carnevale Jump Up del 12 Febbraio a Christiansted.
 Riservatevi l’esperienza culinaria fusion creola-africana-internazionale al Salud!Bistro specialista in piccoli piatti, esperto in mojiots e margaritas ed ottimi vini in un’ambientazione d’atmosfera che non risparmia pareti riccamente dipinte e decorate; al Bombay Club a Christiansted da oltre 30 anni serve le sue specialità in una classica town-house coloniale carica di charme; al Galleon sulla Green Cay Marina lo Chef propone il classico filet mignon con medaglione d’aragosta e vista mare; al Kendrick vera istituzione culinaria del rinomato hotel The Buccaneer; al Blue Moon bistrot di Frederiksted con mura che narrano 200 anni di storia, animato dal jazz dal vivo i mercoledì ed i venerdì sera, nonché al brunch domenicale: la sua atmosfera casual ed ospitale invita ai piatti con cajun di New Orleans con gumbo, jambalaya e“Jazzy Shrimp”. Giusto alcuni tra i tanti.
 Tentate la fortuna ai tavoli da gioco del DIVI CARINA BAY CASINO che organizza un pantagruelico Valentine’s Day buffet dinner con intrattenimenti musicali dal vivo. www.carinabay.com
 Imbarcatevi in una crociera con cena servita a base di prodotti freschi coltivati e pescati localmente, nel West End di St.Croix a bordo di Bon Bagay Sailing. I migliori chef isolani si alternano ogni Giovedì, Venerdì e Sabato sera per offrire una veleggiata gourmet ammirando pittoreschi tramonti Caraibici. www.bonbagaysailing.com
 Fatevi preparare un pic-nic con bottiglia di champagne, frutta tropicale e dedicatevi al sole che sorge a Point Udall, il punto più orientale dei Caraibi. Arrivarvi é una bella avventura romantica, costeggiando scogliere e baie su strade poco battute con viste a dir poco struggenti sul Mar dei Caraibi.
 Sinceratevi di visitare gli artigiani gioiellieri di Christiansted per un leggendario braccialetto Crucian Hook forgiato a mano per polsi maschili e femminili, pezzo unico ed autentica arte artigianale di St.Croix.
 Rum…Cruzan naturalmente: deliziatevi nell’assaggio delle tante fragranze offerte dal Rum prodotto a St.Croix. www.cruzanrum.com
 Affidatevi alle mani esperte di St.Croix Beach Massage: Michael e Terry offrono massaggi in spiaggia, presso il vostro albergo o appartamento, altrimenti al proprio ‘indoor beach’ studio a Christiansted. Lo sciabordio dolce del mare e le brezze degli alisei accompagnano il tocco gentile ed energizzante dei terapisti per un’esperienza indimenticabile. www.stcroixbeachmassage.com
 L’esperienza di una veleggiata in vela o in catamarano al Monumento Nazionale di Barriera Corallina Buck Island, al largo di Christiansted. Non ve ne pentirete, considerando che JF Kennedy e Jacqueline ne rimasero ammaliati a tal punto da rendere quest’isola veramente vergine e con sabbia come borotalco un National Monument da salvaguardare ai posteri! www.nps.gov/buis/
 Ballate a ritmo di soca o di calypso per la strade coloniali di Christiansted durante il Jump Up, mini carnevale serale del 12 Febbraio 2016. I Mocko Jumbies sapranno scacciare i maligni esibendosi intorno a voi sui trampoli.
 Mano nella mano, calpestate la sabbia della splendida spiaggia Sandy Point National Wildlife Refuge nel West End di St. Croix. Semplicemente favolosa con chiare acque turchesi e 3 km di spiaggia bianca deserta; sarete soli in un lembo di paradiso selvaggio, accessibile nei weekend tutto l’anno dalle 10 am alle 4 pm, “off-limit” tra Aprile ed Agosto quando le tartarughe vi depongono le uova. http://www.fws.gov/caribbean/Refuges/Sandypoint/Events.html
 Pomeriggio nell’East End di St.Croix & Stargazing con vista sull’Oceano, paesaggi contrastanti, vegetazione di cactus. Tranquilla e nascosta la Shoys Beach é una pittoresca lingua di spiaggia bianca sul Mar dei Caraibi: acque tranquille per snorkeling ed ammirare la fauna sottomarina. Niente servizi, ma ombra di seagrape e del fogliame che affianca la spiaggia. Se fate notte, non preoccupatevi ed ammirate il cielo stellato.

Phone

+39 02.33105841

Fax

+39 02.33105827

Address

Thema Srl
Via Pisacane, 26
20129 Milano

Contact Us





Please write here


Send

Chiudi scheda contatti