Per offrirti un servizio su misura www.themasrl.it utilizza cookies, anche di terze parti. Continuando la navigazione nel sito ne autorizzi l'uso.  OK   Scopri di più

US Virgin Islands

24 giu

Filmati in elicottero dello Smithsonian Channel per le ISOLE VIRGINI USA nel 2015

By ThemaNuoviMondi

Una troupe televisiva dello Smithsonian Channel ha terminato le riprese per una nuova serie di filmati offerti nella programmazione “Aerial America,” che mette in mostra tutti i 50 Stati USA ed anche I territori dell’arcipelago delle VERGINI USA e di Puerto Rico, con vedute aeree. La serie che è in produzione da oltre 5 anni, offre l’esclusione di visioni aeree della nazione Stati Uniti d’America, e racconti che compongono la ricca storia legata ad ogni luogo e che sostiene la bellezza del paese. Il direttore e produttore Toby Beach spiega che ogni puntata di un’ora si avvale della cinematografia mozzafiato aerea che mette in luce cosa rende ogni Stato ed ogni Territorio statunitense così unico: dalle bellezze naturalistiche, ai luoghi che sono stati importanti teatri della storia, ad affascinanti location fuori dai consueti percorsi battuti. , nonché la ricca varietà di fauna selvatica che vi dimora. La serie dei filmati é prodotta da Tusker Television LLC, con base Berkeley, California. L’elicottero che ha eseguito le riprese aeree é stato equipaggiato da un sistema di foto camere state-of-the-art Cineflex V-14 HD. St.Thomas é stata esplorata dall’alto focalizzando la sua ricca storia dall’epoca pre-coloniale fino ai giorni nostri, narrando fatti rappresentati dai principali punti di riferimento delle US Virgin Islands. Il programma di 1 ore sarà disponibile nel 2016. Inizialmente la seria contemplava solo i 50 Stati USA, ma lo Smithsonian Channel ha ritentuo essenziale il ruolo storico di Puerto Rico e delle U.S. Virgin Islands nella formazione della nazione, tanto da pianificare episodi speciali della serie, focalizzando solo le isole Territorio USA.  www.smithsonianchannel.com/shows/aerial-america/701 oppure su Facebook a Aerial America. Lo Smithsonian Channel é di proprietà di Showtime Networks Inc. e della Smithsonian Institution.

INFO: US VIRGIN ISLANDS Uff.Turismo – www.isoleverginiusa.it – e-mail: usvi@themasrl.it

24 set

La CUCINA AFRO-AMERICANA: dalla GEORGIA, USA al Salone del Gusto la Chef JENNIFER HILL BOOKER promotrice di Slow Food Atlanta.

By ThemaNuoviMondi

Nello scenario del SALONE DEL GUSTO e TERRA MADRE a Torino il più grande Food Festival del mondo, presenziano molti seguaci anche statunitensi di questa grande famiglia Slow Food: contadini, agricoltori e chef, soci dei vari e distinti capitoli Slow Food USA, di diversi Stati e regioni. Il Family Farming, concetto di una gastronomia fortemente basata sui prodotti locali “farm-to-table”, trova riscontro nel Sud-Est USA e nella squisita leggendaria cucina del Sud, ove la storia l’ha maggiormente caratterizzata. Nel Sud USA storicamente il cibo è dipeso dal lavoro degli schiavi neri e dalle forti influenze di nativi indigeni, di Francesi, Spagnoli e West African. Molte pietanze del SOUTHERN FOOD – infatti – sono nate stagionalmente, per necessità con prodotti disponibili quali spezie, verdure, pesce fresco appena pescato e selvaggina. L’agricoltura si basava principalmente sul lavoro nei campi degli schiavi neri Africani, molti ovviamente antenati delle generazioni attuale di contadini, coltivatori e chef. Gli Africani giunti in America portarono con sé una pletora di conoscenze in campo agricolo, fondamento di come la giovane America riuscì poi a sopravvivere. Il sistema alimentare americano – dal riso allo zucchero – fu coltivato e raccolto grazie alla conoscenza della popolazione nera, che sapeva quando e come piantare, come irrigare e come creare sistemi d’irrigazione; necessità del suolo e cosa aggiungere, cioè fertilizzante organico (cavallo, mucca, pollame). Tutto ciò era patrimonio dei contadini neri africani. Il cibo è molto di più di una semplice merce: è cultura, gusto e tante cose collegate alla storia. A Terra Madre è interessante vedere contadini e cuochi della Georgia, USA scambiare idee con colleghi del Kenya per la coltivazione dell’okra. E’ una piattaforma di scambio sulla biodiversità del cibo tra paesi che preservano le tradizioni e la cultura del cibo.

SAFOON – Southeastern Afro American Farmers Organic Network – con sede a Savannah, Georgia, lavora con coltivatori e chef del Sud-Est USA  e presenzia a Terra Madre organizzando al contempo un evento culinario. Uno dei due protagonisti chef neri è JENNIFER HILL BOOKER laureata al Le Cordon Bleu College of Culinary Arts di Parigi, educatrice gastronomica al Le Cordon Bleu College of Culinary Arts Atlanta, ed autrice del suo primo testo FIELD PEAS TO FOIS GRAS: SOUTHERN RECIPES WITH A FRENCH ACCENT, da Ottobre in uscita in America. Nel libro due capitoli sono dedicati all’arte dei cocktail e del fare conserve, pratica che si sta estinguendo. Il libro GOIN’ DOWN SOUTH: A CHEF’S JOURNEY HOME invece é vera e propria ode alla sua formazione agricola. Le radici di Jennifer affondano in Mississippi, ove sin da bambina ha intuito che si sarebbe dedicata alla cucina. Cresciuta in una famiglia di grandi cuochi, curiosando in cucina ed assaggiando ricette di famiglia, ha costruito sull’esperienza culturale il suo bagaglio professionale. Il training a Le Cordon Bleu le consente di proporre ricette con tecniche tramandate da generazioni, proponendo sia lo Scotch Egg ma anche e soprattutto una Black Eyed Pea salad, uno Sweet Potato muffin o un Catfish fritto tipici del Sud USA.

Jennifer è anche una Personal Chef: Executive Chef e proprietaria di Your Resident Gourmet LLC, azienda di  Personal Chef e Catering Company da 21 anni. Chef Jennifer organizza Culinary Therapy for The Cottages on Mountain Creek, a Sandy Springs in Georgia USA – centro riabilitativo mentale; ha stretto una partnership con Hard Rock Café-Atlanta per la serie Celebrity Chef of the Hard Rock Café, ed è Esperta Culinaria per Williams-Sonoma. E’ socia di SLOW FOOD Atlanta. http://agr.georgia.gov/chef-jennifer-hill-booker.aspx

Una vera esperienza in Georgia, USA non può prescindere dalla visita alle comunità GULLAH GEECHEE, anello tra passato e presente della cultura e tradizioni Afro Americane. I Gullah – discendenti degli ex schiavi Africani – vivono nella regione Low Country degli Stati della South Carolina e Georgia, includendo l’area costiera con le pianure e le Sea Islands. Sono anche chiamati Geechee. A RICEBORO, nel sud dello Stato sorge il Centro Gullah Geechee celebra arte, storia, cultura tradizioni artigiane, musicali ed agricole. Tra le esperienze nel centro: cucina Gullah a base di riso, agricoltura e pesca, con influssi dell’Africa Occidentale e Centrale.  Geechee Kunda a RICEBORO si trova ove un tempo sorgevano le Plantation di riso, cotone ed indigo. Tra gli eventi autunnali al GEECHEE KUNDA il RICE RIDDUM & N’RIME ad Ottobre, a Novembre la raccolta della canna da zucchero, la cottura dello sciroppo, l’artigianato con dimostrazioni e musica. Tra le presentazioni al centro anche LOW COUNTRY SEAFOOD BOIL con pesce fresco. www.geecheekunda.com

24 gen

U.S. VIRGIN ISLANDS nominate # 1 nei Caraibi per il 2014/2015!

By ThemaNuoviMondi

Le Isole Vergini Americane si sono aggiudicate la preferenza del report annuale 2014-2015 di U.S. News & World Report per la classificazione di  “Best Places to Visit in the Caribbean”. Il territorio statunitense in maniera consistente é stato acclamato luogo migliore da visitare nei Caraibi durante gli ultimi anni, ma quest’anno conquista la 1° posizione. Si piazza anche al 10° posto tra i Best Places to Visit in the United States ed all’11° tra i Best Places to Visit in the World,.

L’arcipelago ha un’ampia offerta turistica di classe mondiale capace di creare ricordi che durano una vita intera.

Ogni anno gli esperti di viaggi ed i viaggiatori sono invitati a scegliere tra 200 mete, selezionandone alcune che s’identificano quali superlative per la vacanza. “Tourism truly is all of us” afferma la Commissioner Nicholson-Doty; quindi essere riconosciuti in posizione leader é un onore che testimonia  gli sforzi dell’intera comunità dell’arcipelago nel promuovere la bellezza naturale delle isole, la sua cultura, la cucina e la storia.  Non tutti si recano alle Isole Vergini Americane solo con la motivazione del mare e delle spiagge: ci sono numerosi motivi che rende questa meta un successo.

Lo U.S. News & World Report conferma che tra I fattori che hanno condotto alla classificazione al 1° posto hanno contribuito le celebrazioni dei tre carnevali annuali – uno per isola – la serenità di St.John e la storia di St.Croix, così come l’offerta crocieristica così forte.

La classifica:

1. U.S. Virgin Islands

2. Cayman Islands

3. St. Kitts and Nevis

4. Barbados

5. St. Martin-St. Maarten

6. St. Lucia

7. British Virgin Islands

8. Turks & Caicos

9. Bahamas

10. St. Barts

11. Aruba

12. Curacao

13. Grenada

14. St. Vincent and the Grenadines

15. Bermuda

16. Dominica

– Fonte: U.S. News & World Report – http://travel.usnews.com/features/Where-to-Vacation-in-2014-15/.

02 set

Thema Nuovi Mondi a NoFrills 2013 con VisitUSA Italia

By ThemaNuoviMondi

Con VISIT USA Italia a NO FRILLS Bergamo, Settembre 27 / 28 : destinazioni USA e Viaggi in Moto in Nord America di Thema Nuovi Mondi

Dalle praterie del Nord Ovest ai Parchi Nazionali di Yellowstone, Grand Teton, Glacier e Badlands, Cowboy & Indian style attraversando South Dakota, Wyoming, Montana ed Idaho il viaggio può cominciare dalle città di frontiera, Denver – del Mid West Minneapolis.St.Paul-Bloomington, e della regione dei laghi, Chicago. Poi il Nord Est: dalla baia della storica Boston inizia l’esperienza dei 2400 km. di costa del Massachusetts, fino ai paesaggi rurali e collinari, tra i ponti coperti fino alle Green Mountains del Vermont, nel cuore più verde del New England. Quindi l’atmosfera e l’ospitalità calda e musicale del grande Sud, dall’Alabama all’Arkansas fino alla Virginia, attraverso i ritmi cajun, zydeco e blues del Deep South della Louisiana e del Mississippi, nelle terre country e bluegrass del Tennessee e Kentucky, scoprendo ove nascono gli Appalachi in Georgia, esplorando il Great Smoky Mountain National Park e le foreste degli Cherokee, per toccare le coste coi palmizi della Low Country di Georgia e South Carolina, fino a lambire le isole della barriera in North Carolina, per vivere la storia in Virginia e West Virginia. Una fuga tropicale e di mare puro ai Caraibi “stelle & strisce “ nell’arcipelago delle Isole Vergini Statunitensi, così vicine al continente, paradisiache per integrità naturalistica ed a portata d’ogni tasca.
Infine: perché non pensare a tutto ciò a cavallo di una moto con Eaglerider, in tour guidati o liberi, da soli o con amici, in coppia scorazzando liberi su highways e Scenic Byways ?

Nello STAND A 41 Visit USA Italia: ANNALISA MEREGHETTI e STEFANO TULLI di Thema Nuovi Mondi dispongono non solo di materiali cartacei, cartine e guide in italiano, bensì poster e DVD.

Telefono

+39 02.33105841

Fax

+39 02.33105827

Recapiti

Thema Srl
Via Pisacane, 26
20129 Milano

Contattaci





Inserire qui la vostra richiesta


Invia

Chiudi scheda contatti