Per offrirti un servizio su misura www.themasrl.it utilizza cookies, anche di terze parti. Continuando la navigazione nel sito ne autorizzi l'uso.  OK   Scopri di più

Eventi

15 mar

Primavera 2019: una manciata dei migliori festival a New Orleans.

By ThemaNuoviMondi

TSUSA_logo_site

C’é sempre un’ottima scusa per celebrare a New Orleans! La Joie de Vivre cattura anche il visitatore che ha solo l’imbarazzo della scelta in un nutrito calendario di festival primaverili ove si accompagnano musica e cibo.

CONGO SQUARE NEW WORLD RHYTHMS FESTIVAL  – 30 e 31 Marzo – a cura della New Orleans Jazz Heritage Festival Foundation al Louis Armstrong Park. E’ il festival ricorrente ogni primavera con una varietà musicale che spazia dal jazz, al soul, funk, Latin jazz e musiche del West Africa, tradizioni musicali di New Orleans che nascono dalla diaspora africana. Il festival – non casualmente – é sulla Congo Square, un tempo raduno domenicale con canti, danze, musica di tamburi di schiavi africani e gente di colore liberata. C’è anche un mercato con prodotti di artigianato, una zona gastronomica ed una “Mardi Gras Indian Battle” con varie tribù native indiane. Non manca una competizione di bande di fiati, Class Got Brass.

SAINTS AND SINNERS LITERARY FESTIVAL é a cura del Tennessee Williams/New Orleans Literary Festival dal 29 al 31 Marzo presso lo storico ed iconico Hotel Monteleone. Ogni primavera la comunità LGBTQ celebra nell’ammiccante French Quarter con scrittori da tutto il mondo. Il festival attira da anni entusiasti del mondo letterario; presenta incontri, corsi, seminari, letture e spettacoli che focalizzano temi letterari LGBTQ. Enfatizza la socializzazione offrendo ad autori ed editori un forum a beneficio di talenti emergenti e dei fan della letteratura. Tra i grandi della scrittura di New Orleans nel passato si includono Kenneth Holditch, Julie Smith e Chris Wiltz. I proventi della partecipazione vanno a sostenere la lotta No Aids e la ricostruzione della comunità letteraria LGBTQ di New Orleans.

FRERET STREET FESTIVAL benché meno famoso del Mardi Grass, offre il meglio nel divertimento all’aperto e nelle frivolezze! Oltre 200 venditori locali d’arte ed artigianato nonché musica su tre palchi distinti. Il cibo gioca un ruolo importante con uno spazio dedicato presieduto dai grandi Chef di  New Orleans. Il 6 Aprile sulla Freret Street, New Orleans.

NOLA spring festivalsFRENCH QUARTER FESTIVAL dall’11 al 14 Aprile é una tradizione dal 1984 per ricordare quanto favoloso e divertente sia lo storico French Quarter. Ad ogni angolo di strada sono disposti 12 palchi, mentre banchetti gastronomici si dispongono sulla Jackson Square. Questo festival per anni è rimasto un segreto del secondo weekend di aprile, premiando solo quei turisti capitati in città nel periodo. Oggi é una grande festa adorata da tutti, locali e visitatori. La più bella musica e la gastronomia della città é a portata di mano per celebrare vita ed amore nel French Quarter. JAMMIN’ ON JULIA il primo sabato di maggio esclusivamente di sera nell’Arts District di New Orleans; completamente gratuito ed aperto al pubblico, é un classico evento di primavera accompagnato dalla musica. Negli edifici storici del Warehouse Arts District band musicali s’alternano lungo la Julia Street. Pietanze e libagioni di venditori locali sono disponibili grazie ad Abita Brewery, Martins Wine Cellar, Jalisco’s Norvana, NOSH, Flamingo a Go Go e Zippy Fruit.  Margaritas servito generosamente nelle tante e diverse gallerie d’arte ed istituzioni. Questo quartiere con 12 gallerie d’arte, 3 musei, numerosi alberghi, caffè, bar e ristoranti stellati ha saputo coniugare coerentemente il passato architettonico con splendide manifestazioni artistiche, gastronomiche e di spettacolo.

OYSTER FESTIVAL  – 1 e 2 giugno – incontro di sapori al Woldenberg Park per riconfermare il French Quarter quale “Oyster Capital of America“, insegnando al pubblico ogni beneficio nel mangiare le ostriche del Golfo della Louisiana ed al contempo raccogliendo fondi per il restauro della zona costiera. I ristoranti locali sono i protagonisti di una carrellata di piatti e sapori unici, con musica e dimostrazioni culinarie, arte, artigianato ed anche la gara annuale di chi pulisce e mangia più ostriche nel minor tempo possibile. Che amiate l’ostrica cotta, cruda, fritta, alla griglia, nel tipico panino po-boy, in insalata o in qualsiasi altra maniera, questa festa é un autentico must per gli amanti del pregiato mollusco.

Info : TravelSouth USA Italia

TravelSouthUSA@themasrl.it – FB: Travel South USA –  Italiawww.travelsouth.visittheusa.com

09 mar

In Montana la rievocazione storica della battaglia di Little Big Horn

By ThemaNuoviMondi

TGAW - Horizontal - Tagline con stati

Il Sud del Montana ospita due riserve la Crow e la Northern Cheyenne che si trovano l’una adiacente all’altra, a ridosso del confine con lo Stato del Wyoming. La tribù dei Crow si chiamava inizialmente Apsalook – Children of the Large Beaked Bird (i bambini dell’uccello dal becco largo), ma l’uomo bianco travisò il nome in crow, i corvi. Il loro capo Plenty Coups fu l’ultimo a vivere fino al 1932, lasciando la sua terra e la sua casa come un parco per il suo popolo. La riserva si trova a soli 16km da Billings, quindi in prossimità di una delle cittadine più importanti del Montana, sede aeroportuale. I Crow gestiscono una piccola porzione di campi irrigati o coltivati da aziende agricole, e solo il 30% della terra a pascolo; mantengono una mandria di circa 300 bisonti.

Little BighornLa zona della riserva offre molti spunti di visita a luoghi interessanti per storia e tradizioni. Fra tutte, la principale è certamente Little Big Horn Battlefield National Monument, con il quale si commemora la vittoria Sioux/Cheyenne sul Settimo Cavalleggeri. Proclamato National Monument poiché è il luogo storico teatro della mitica battaglia fra l’Esercito Americano del Settimo Cavalleggeri capitanato dal Generale Custer contro gli Indiani Sioux, Cheyenne ed Arapaho il 25 giugno 1876. La battaglia del Little Big Horn fu parte della Guerra sulle Black Hills (Colline Nere), territorio di grande importanza mistica e culturale per i nativi Sioux (Lakota), oltre che tradizionale terreno di caccia. Tra i pochi soldati sopravvissuti allo scontro vi sarebbero stati ben sei italiani, tra cui l’unico scampato della colonna di Custer, John Martin (vero nome  Giovanni Martini18531922) un giovane emigrato, ex tamburino garibaldino nella campagna in Trentino del 1866 e a Mentana nel 1867, che faceva il trombettiere per Custer. A John Martin/Martini lo stesso Tenente Colonnello avrebbe ordinato di correre a chiedere aiuto al capitano Benteen, ordine che gli salvò la vita. Ma tra gli eventi più importanti spicca il BATTLE OF LITTLE BIGH HORN REENACTMENT che si svolge  sulle sponde del Little Bighorn River – tra la riserva dei Crow e Garryoven. Il Reenactment è la rievocazione storica della battaglia che si svolge ogni anno nel mese di giugno, quest’anno in calendario dal 21 al 23 Giugno  alle 13.00. Una grande parata in costumi originali con oltre 250 interpreti, mette in scena alcuni degli eventi che hanno portato alla sconfitta dell’esercito Americano.

Il Monumento Nazionale si visita anche con guide ranger, esperti non solo dei fatti relativi alla battaglia in cui perì Custer, ma di tutta l’area. Un museo con un’esposizione ed un centro interpretativo sono un utile ausilio. Si può ammirare anche il memoriale ai nativi, un’opera in ferro battuto che mostra la silhouette di Indiani in battaglia: è il luogo ove sostano i nativi e lasciano offerte.

Ulteriori info sul  Montana al seguente LINK

INFO: The Great American West – Italia – https://greatamericanwest.it/

e-mail: rockymountain@themasrl.it – FB: The Great American West – Italia

04 mar

La Country Music Highway in Kentucky

By ThemaNuoviMondi

TSUSA_logo_site

Luoghi e suoni lungo la scenic byway catturano storia, nativi d’America, pionieri e coloni, miniere di carbone, country music, artigianato, architettura e Guerra di Secessione. La strada invita a due giornate di scoperta tra paesaggi e natura. La Country Music Highway di 230 km sulla U.S. Route 23 nel  Kentucky orientale deve il nome alle celebrità della musica country della regione degli Appalachi, culla di talenti musicali quali Loretta Lynn, Wynonna e Naomi Judd, Billy Ray Cyrus, Tom T. Hall, Ricky Skaggs, Keith Whitley, Dwight Yoakam, Gary Stewart, Patty Loveless, Crystal Gayle ed altri ancora. Lo U.S. 23 Country Music Highway Museum a Staffordsville é dedicato alle celebrità indicate dalla segnaletica stradale lungo la U.S. 23 e percorrendo la strada si possono anche ascoltare i suoni della musica degli Appalachi.

KY Country Music HighwayA Prestonsburg – infatti – si trova il Mountain Arts Center sede del Kentucky Opry che si esibisce in spettacoli musicali con una ricca varietà di generi. Lo storico Paramount Theatre di Ashland, chiamato anche Appalshop, é famoso per l’arte folk, per il sostegno alla musica ed al teatro e a tutto il movimento creativo. E’ un incontro di più correnti artistiche, una vera e propria comunità per tutti coloro che vogliano esprimersi con creatività e dar spazio alla cultura locale quale tributo alle arti.  A Butcher Hollow, Van Lear (KY) si trova la casa di legno un tempo dimora di Loretta Lynn e la famiglia di Crystal Gayle.  Loretta e la sua celebre sorella, Crystal Gayle, diedero fama e rispetto ai minatori di carbone ed alla vita sulle montagne attraverso la musica. Butcher Hollow é il luogo dell’autobiografia di  Loretta Lynn e della canzone “Coal Miner’s Daughter,” che poi divenne il tema principale di un film. Il fratello di Loretta accompagna in un tour guidato della baita che é aperta al pubblico.

Ad Ashland l’Highlands Museum & Discovery Center conserva una Country Music  Heritage Hall che dà risalto alla vita ed alla musica di 12 star del country che hanno iniziato la propria carriera sulla Highway 23. Ci s’immerge nella vita di questi posti e si visitnoa le famiglie Cyrus e Judd, si crea la propria musica al Karaoke Korner oppure al Music Quilt. Durante la visita si entra in una scuola del 19° secolo e si diventa studenti nel 1870; poi si entra nel mondo della medicina quanto la chiamata notturna al dottore si faceva andando a cavallo e si pagava il consulto con una gallina. La parte musicale inizia con una mostra del cantante delle origini, Hylo Brown, che divenne una grande star e lavorò per le stazioni radiofoniche a Nashville; accanto a lui  Tom T. Hall e le sorette Loretta Lynn e Crystal Gayle. Questa gente ha creato storie e suoni della colline trasformandoli in onde radio. Nomi, immagini e traguardi di Patty Loveless, Dwight Yoakam e Ricky Skaggs si allineano sulle pareti con vetrine colme di memorabilia. La mostra diventa un album di famiglia con Billy Ray Cyrus di Flatwood, KY: un ragazzo che tornò a casa per girare il video per il suo primo singolo  “Achy-Breaky Heart”, proprio sulla strada del Paramount Theater. Abito indossato, foto e CD sono esposti al museo. Si aggiungono gli sgargianti vestiti di scena, i dischi d’oro ed i ritratti di famiglia di Naomi e Wynonna Judd, native di Ashland. Se si fa parte di un gruppo che visita il museo, Mama Polly Judd spesso arriva per dare il benvenuto ai visitatori. Infine il brillante talento di Keith Whitley é esaltato con la Keith Whitley Collection, una  compilation di musica, CD, ricordi, foto, costumi sulla breve carriera del cantante. Si preme un tasto e ci si stupisce delle tante canzoni di Whitley che si riconoscono.

Le cittadine della Country Music Highway ospitano festival e piccoli spettacoli musicali, come il Seedtime Festival a Whitesburg o l’ Apple Festival al Mountain Home Place di Paintsville. Abbondano bellezze naturali ed opportunità ricreative. Il Jenny Wiley State Resort Park, sul Dewey Lake invita al golf, camminate o a gustarsi un cinema all’aperto d’estate. Yatesville Lake State Park, Paintsville Lake State Park oppure Lilley Cornett Woods sono altre avventure per scoprire antiche foreste, fauna selvatica e bei panorami. Il Breaks Interstate Park – il Grand Canyon del Sud – é a breve distanza dalla byway per ammirare alcuni tra i più impressionanti paesaggi del Sud.

 Info : TravelSouth USA Italia

TravelSouthUSA@themasrl.it – FB: Travel South USA –  Italia

travelsouthusa.com

25 feb

International Dark Sky Reserve: in IDAHO la prima riserva degli Stati Uniti

By ThemaNuoviMondi

TGAW - Horizontal - Tagline con stati

Che cos’è una International Dark Sky Reserve certificata dalla IDA  (International Dark Sky Association) ? E’ una zona terrestre pubblica o privata che possiede una qualità eccezionale o distinta di notti stellate ed ambienti notturni che sono specificatamente protetti per il loro godimento  scientifico, naturalistico, educativo, culturale, patrimoniale e/o pubblico. Le riserve consistono di aspetti  fondamentali che  contemplino i criteri minimi di qualità del cielo e oscurità naturale, oltre ad una zona periferica che sia di supporto al mantenimento dei cieli bui quale nucleo primario. Le riserve si formano grazie ad una  partnership di molteplici manager di terre, che riconoscano il valore dell’ambiente notturno naturale tramite regolamentazioni e pianificazione a lungo termine.

Dark skyChiarito questo singolare aspetto, un’area di oltre 3.600 kmq. nel cuore dell’Idaho negli Stati Uniti del nord-ovest sono stati designati prima International Dark Sky Reserve: la CENTRAL IDAHO DARK SKY RESERVE  è la prima quindi di questo genere negli USA ed una tra le sole 12 riserve esistenti al mondo.

L’importanza di questo traguardo nel movimento dei cieli bui negli USA non può essere sottostimata, riflettendo sulla complessità nelle nomine degli International Dark Sky Reserve e sul rigore delle norme protettive richiesta dall’IDA per essere qualificati.  La nomina per l’Idaho è uno spartiacque importantissimo nella storia del conservazionismo americano.

La riserva si estende da KETCHUM/SUN VALLEY a STANLEY, includendo terre delle Contee di Blaine, Custer e Elmore e la Sawtooth National Recreation Area. E’ la terza maggiore International Dark Sky Reserve del mondo. E’ stata creata non solo per la gente che ci vive, bensì per tutta la popolazione dell’Idaho e per i visitatori e turisti di tutto il mondo affinchè la visitino e provino l’esperienza di una meraviglia primordiale. Grazie al contributo dei leader locali, dei cittadini residenti che si è operato per la  riduzione dell’inquinamento dell’illuminazione, della luce artificiale che infligge effetti negativi sull’ambiente ed in una varietà di specie faunistiche, uccelli, anfibi, mammiferi, insetti ed anche piante. Il lavoro e l’impegno profuso dalle comunità di Ketchum, Sun Valley e Stanley e dalla Idaho Conservation League, dai proprietari privati e pubblici dei terreni offre oggi opportunità notevoli d’ammirare i cieli stellati in notturna, e di ammirare una finestra spettacolare dell’universo.

La IDA ha conferito alla Central Idaho Dark Sky Reserve la qualifica Gold per il livello massimo di qualità di cielo oscurato, di norma titolo che è esteso ai cieli più bui con solo una piccola percentuale di inquinamento tollerata .

INFO: The Great American West – Italiahttps://greatamericanwest.it/

 FB: The Great American West – Italia  

19 feb

Il Massachusetts e gli eventi sportivi del 2019

By ThemaNuoviMondi

Print

Lo sport definisce lo “Stato della Baia” – il Massachusetts – e ne supporta l’economia. Il calendario annuale 2019 annovera tutte le più popolari attività sportive, dalle gare professioniste ai tornei collegiali fino alle competizioni iconiche e agli eventi per la raccolta fondi. Il Massachusetts Sports Marketing Office (MSMO) ed il Massachusetts Office of Travel and Tourism (MOTT) hanno unito le forze per questo calendario che include anche nuovi eventi sportivi quali la gara di Crashed Ice Downhill Ice Skating al Fenway Park e l’American Hockey League All-Star Classic a Springfield, oltre a perenni favoriti quali: Boston’s Beanpot Hockey Tournament, Falmouth Road Race ed il Pan Mass Challenge, evento benefico.

Eventi Sportivi 2019 in Massachusetts:

http://www.masportsoffice.com/news/massachusetts-issues-its-top-sporting-events-in-2019/

Lo sport aiuta a costruire un forte spirito di comunità e stimola l’economia dello stato” afferma l’Assistant Secretary of Business Development and International Trade, Nam Pham. “Le squadre sportive ed i propri fan sostengono il business locale, il settore alberghiero, la ristorazione ed i negozi in tutto il Massachusetts“.

Fa eco il Direttore dell’Ente del Turismo, Francois Laurent Nivaud: ” Le squadre sportive del Massachusetts hanno risonanza internazionale. La partita di baseball tra i Boston Red Sox e i New York Yankees il prossimo giugno a Londra, sottolinea la notorietà dei nostri marchi sportivi in tutto il mondo“.

SportDal 2000 i Boston Red Sox, i New England Patriots, i Boston Celtics ed i Boston Bruins hanno vinto una combinazione di 11 campionati, facendo del Massachusetts lo stato con più successo negli sport professionisti degli Stati Uniti d’America. Al contempo lo stato ospita eventi di levatura mondiale quali la Boston Marathon ad Aprile e la regata collegiale internazionale Head of the Charles Regatta ad ottobre. Al Massachusetts va la palma per l’invenzione di due sport nel 19° secolo, la pallacanestro e la pallavolo.

Oltre alle squadre professioniste la soddisfazione é riposta anche nelle squadre di leghe minori in tutto il Commonwealth: dai Railers ai Baldes, dai Pirates ai Woo Sox di Worcester fino ai Thunderbirds di Springfield ed agli Souinner di Lowell“, incalza il manager del Massachusetts Sport Marketing Office, Ricardo Guillaume. Lo sport é un piatto forte in Massachusetts!

MOTT promuove sia il turismo di vacanza sia il turismo d’affari per il mercato nazionale ed internazionale e contribuisce alla crescita dell’economia del Commonwealth. Lavora con 16 distretti regionali in tutto lo stato e con alleanze turistiche maggiori quali Discover New England e BrandUSA.

Per info: massvacation.com – in italiano: massvacation.it

MSMO – Massachusetts Sports Marketing Office – é l’agenzia governativa che si dedica alla promozione del Commonwealth quale meta sportiva, aiuta a facilitare ed attirare i maggiori eventi sportivi in Massachusetts ed indirizza gli sforzi per creare eventi su misura a livello internazionale, nazionale, collegiale, per giovani ed amatori che possano contribuire alla crescita economica dello stato. Info: masportsoffice.com

Info: Massachusetts Office of Travel & Tourism Italia – www.massvacation.it

FB Visit Massachusetts Italiabostonma@themasrl.it 

15 feb

Una nuova guida alle riserve indiane del Montana

By ThemaNuoviMondi

Benvenuti nell’Indian Country del Montana

TGAW - Horizontal - Tagline con statiUno stato del nord – ovest americano con catene montuose mozzafiato, dolci praterie,  campi di grano dorati e cieli di un azzurro intenso: il Montana è una destinazione unica in grado di creare esperienze indimenticabili.

Sede di ben sette riserve indiane e di ben dodici tribù native sia federali che statali.  Alle sette “nazioni tribali” riconosciute a livello federale è stata garantita la sovranità tribale, il che significa che hanno l’autorità di governarsi autonomamente, con alcune limitazioni.  Queste terre tribali possiedono sconfinati paesaggi incontaminati con ampie vedute e tesori nascosti che attendono solo di essere scoperti. Vi invitiamo a viaggiare sui percorsi meno battuti per esplorare panorami unici, scoprire prodotti dell’artigianato locale, gustare la cucina nativa e vivere lo splendore e la bellezza delle tribù native di tutto  il Montana.

MT Indian Country guide

L’Ufficio del Turismo del Montana ha creato una guida specifica scaricabile in pdf al seguente LINK 

Info sul Montana: https://greatamericanwest.it/montana/

INFO: The Great American West – Italia – https://greatamericanwest.it/

e-mail: rockymountain@themasrl.it – FB: The Great American West – Italia

02 feb

Mardi Gras a New Orleans

By ThemaNuoviMondi

TSUSA_logo_site

Il Mardi Gras, Martedì Grasso o “Fat Tuesday”, è l’ultimo giorno del Carnevale e cade sempre nel giorno che precede il Mercoledì delle Ceneri, il primo giorno di Quaresima. E’ tipicamente celebrato a New Orleans, città perlopiù cattolica, generando un impatto economico pari ad un miliardo di dollari. La maggior parte dei visitatori giunge a New Orleans il venerdì per poter sfruttare un weekend intero di festività. L’elemento più importante del Carnevale di New Orleans sono le numerose parate organizzate dalle Kreve. Se ne stimano oltre una sessantina, dai nomi più stravaganti, iniziate già il 6 Gennaio e si tengono nei diversi quartieri della città. Il clima può essere molto freddo oppure caldissimo: talvolta cambia da un estremo all’altro nel corso della stessa giornata. Nel 2019 Il Mardi Gras si festeggia il 5 Marzo .

Le Parade Krewe hanno una propria storia ed un tema portante; alcune esistono da decenni, altre sono più recenti. Sono private, organizzazioni non-profit  i cui soci tutto l’anno organizzano il tema della parata, i costumi ed i ninnoli da lanciare alla folla. Ogni Carnival Club è in sostanza finanziato dai propri soci, supportando le proprie  krewe con offerte, vendita di souvenir e raccolta di fondi.

Louisiana-Mardi-Gras-GeneralDobloni, perline, tazze ed altro ancora sono i tradizionali ninnoli  lanciati dai carri alla folla festante: tradizione nata nel 1870 grazie ai Twelfth Night Revelers, ed ancora oggi attesa da tutti. La prima parata del Mardi Gras si tenne a New Orleans il 24 Febbraio, 1857 con la Krewe of Comus presentando una parata con carri mascherati, seguita da un ballo della Krewe e dei propri ospiti. Le Krewe locali offrono quello che si definisce “Il Più Grande Spettacolo Gratuito esistente sulla Terra”. Ma molte Krewe non sfilano nel French Quarter bensì in altri quartieri cittadini, ove la genuinità della tradizione si conserva con marce di bande, musica dovunque, ninnoli lanciati in aria, dobloni e collanine. Contrariamente alla percezione comune, il  Mardi Gras è una celebrazione per la famiglia. I luoghi migliori per assistere alle parate è dove iniziano sulla St. Charles Avenue accanto a Napoleone. La porzione della St.Charles –  Garden District – è adatta alle famiglie, ove ci si diverte anche con  picnic, giocando a palla o riposandosi sotto le grandi querce. I tram in questa zona si fermano durante il Mardi Gras.

Sono pochi gli alberghi con balconi lungo la strade ove sfilano le parate: ma queste camere sono prenotate con largo anticipo, anni addirittura, da corporazioni.

Il fine settimana che anticipa il Martedì Grasso è quello più importante, quando due tra le maggiori parateBacchus ed Endymion – sfilano lungo le strade affollate di New Orleans. Folle immense s’accalcano il sabato e la domenica, poi il lunedì, Lundi Gras sfilano altre grandi parate: Orpheus, la notte del lunedì e Zulu Lundi Gras che è una festa tutto il giorno. Durante il martedì grasso si passeggia nel  French Quarter e s’ammirano costumi e maschere. I colori del Mardi Gras furono scelti da Rex – il Re – nel 1872, in onore della visita del Gran Duca di Russia, Alexis Alexandrovich Romanoff. La Rex Parade del 1892 col tema “Symbolism of Colors” confermò i significati simbolici: il viola per la giustizia, il verde per la fede e l’oro per il potere. http://www.mardigrasneworleans.com/

 

INFO: TRAVELSOUTH USA – c/o Thema Nuovi Mondi –

www.TravelSouthUSA.comtravelsouthusa@themasrl.it

26 gen

“Lifting” per il Mount Rushmore National Memorial

By ThemaNuoviMondi

RealAmerica-01

Lifting per il memoriale dei 4 Presidenti nelle Black Hills del South Dakota

Ci sono incredibili aggiornamenti che coinvolgono il Mount Rushmore National Memorial, il memoriale in South Dakota che inneggia agli Stati Uniti d’America. I maestosi volti di George Washington, Thomas Jefferson, Theodore Roosevelt ed Abraham Lincoln sono circondati dalla bellezza delle Black Hills e narrano la storia della nascita, crescita e sviluppo del paese. I lavori – infatti –  dureranno 18 mesi, benchè il memoriale rimanga aperto ai visitatori per l’intera durata della riqualificazione. L’immensa scultura granitica che gli americani definiscono Shrine of Democracy di avvantaggerà di cambiamenti nella logistica dell’attrazione e nell’efficienza energetica, servizi considerati essenziali per rendere sostenibili gli spazi del memoriale negli anni futuri. I miglioramenti inizieranno con il Lincoln Borglum Visitor Center – nuovo tetto, scale ed ascensore, nuovi toilette, tubature, riscaldamento, ventilazione e sistema di raffreddamento – e con la pavimentazione della passeggiata sulla spianata, Avenue of Flags, con nuove lastre decorative, l’ampliamento della spianata, nuovi pennoni per le bandiere degli Stati e dei Territori USA con un cambiamento di allineamento delle bandiere per consentire il fluire e la circolazione dei visitatori, sostenendo anche l’accessibilità per i diversamente abili, oltre ad enfatizzare al massimo la panoramica della scultura. La usuale cerimonia d’illuminazione nelle serate estive  continuerà durante i lavori.

MountRushmore12_SDQuesti lavori si svolgeranno in due fasi.  Il progetto di rinnovo e restauro verrà terminato nella primavera del 2020, garantendo comunque a milioni di visitatori al Mount Rushmore una bella visita a questa incredibile attrattiva incastonata tra le montagne carsiche delle Black Hills. Una lista delle 10 cose Top da non mancare così come le zone maggiormente preferite per uno scatto fotografico (selfie!) sono i validi suggerimenti che vengono forniti per l’occasione.

 Le 10 cose da fare a Mount Rushmore nel 2019:

  1. Visitare lo studio dello scultore Borglum ed apprendere di più sulla visione della scultura nella roccia. Scoprire la storia del parco all’Information Center.
  2. Fare una camminata sul Presidential Trail. Esplorare il patrimonio Lakota, Nakota e Dakota presso la terrazza Borglum View.
  3. Fare una foto della scultura da varie uniche angolazioni: dal Carver’s Marketplace, dalla Borglum View Terrace e dallo Studio dell’artista.
  4. Partecipare alla Cerimonia Serale d’Illuminazione che si svolge ogni sera d’estate e provare un’esperienza totalmente unica.
  5. Lanciarsi in una caccia al proprio tesoro nello shop per un ricordo longevo della visita al Mount Rushmore.
  6. Trovare un libro oppure un ricordo nella libreria del Mount Rushmore, presso l’Information Center o nello Studio dello Scultore.
  7. Diventare un Junior Ranger ufficiale partecipando nella versione cartacea o digitale del Junior Ranger Program. Ovviamente questo è un programma per i bambini ed i ragazzi.
  8. Noleggiare un tour multimediale o audio per apprendere molto di più sulla scultura e sulla sua storia.
  9. Approfittare dell’incommensurabile conoscenza del Ranger del parco del memoriale, unendosi ad una passeggiata o ad una presentazione.
  10. Godetevi un cono gelato Thomas Jefferson dal Carver’s Marketplace, che si basa sulla vera prima ricetta storica di gelato degli Stati Uniti!

INFO: The Great American West – Italiahttps://greatamericanwest.it/

FB: The Great American West – Italia

18 gen

A Springfield il primo Casinò MGM del Massachusetts

By ThemaNuoviMondi

A SprPrintingfield il primo Casinò MGM del Massachusetts

Springfield è una cittadina del Western Massachusetts con il vanto d’essere città natale del basketball tanto che il dizionario American-English di Merriam Webster le affibia il soprannome di “City of Firsts”. La città celebra il suo passato con il Naismith Memorial Basketball Hall of Fame e The Amazing World of Dr. Seuss Museum, aperto nel 2017. Maggiore centro urbano nell’ovest dello stato, a 130 km ad ovest di Boston con accesso all’autostrada 91 ed alla Massachusetts Pike: il Bradley International Airport di Hartford, Connecticut, è a soli 20 minuti d’auto. La Union Station, servita dalle ferrovie Amtrak, è stata recentemente restaurata.  Springfield fa parte del “Knowledge Corridor” che conta 32 università e college, inclusi Amherst College, Smith College, Mount Holyoke College, e la University of Massachusetts Amherst. La cittadina  offre un parco di divertimenti per bambini Six Flags New England, mentre  Yankee Candle Village è il negozio originale della mitiche candele con oltre 200 fragranze a  Deerfield. MGM è stata attirata da Springfield per la vicinanza ad una varietà di sistemi di trasporto.

L’apertura del nuovo MGM Springfield a fine agosto offre un polo di intrattenimenti, ristorazione ed ospitalità all’intera regione: un complesso di 18 mila mq. con casinò, albergo, spa, cinema e negozi. Il casinò dispone di 2,550 slot, 120 tavoli da gioco una sala poker con 23 tavoli. Per la ristorazione gli chef Michael Mina e Meghan Gill – vincitori della 14° stagione di Hell’s Kitchen – gestiscono i ristoranti. Oltre ad una steakhouse c’è il South End Market per uno spuntino veloce e tipico ad esempio al Jack’s Lobster Shack per un buon astice. Il Tap Sports Bar offre 10 piste da bowling. Lo chef Mina aprirà anche Cal Mare, ristorante di cucina italiana. Mina ha ristoranri nelle grandi città: Las Vegas, San Francisco e Boston.

Il resort offre una navetta gratuita che effettua diverse fermate ai vari musei ed attrattive del downtown Springfield. MGM ha anche stretto un partnariato con gli Springfield Museums – una collezione di cinque musei in città – per poter esibire alcuni pezzi all’interno del resort. Il “Cabinet of Curiosities: Springfield Innovations from the Springfield Museums” espone – infatti – oggetti quali  una telescrivente Edison Western Union del 1925, un telegrafo fatto a Springfield nel 1915 ed un fonografo Edison del 1895. MGM ha anche impostato un design molto diverso da altre strutture come quelle di Las Vegas, prediligendo temi storici ed usufruendo di strutture uniche già esistenti quali la First Congressional Church, la Massachusetts National Guard Armory ed il Chandler Union Hotel inglobate nei cinque ettari di proprietà. Il campus si presenta in maniera originale tanto che il Chandler Union Hotel – ad esempio – è stato convertito nel Gill’s The Chandler Steakhouse e l’Armeria del 19° secolo è oggi il cuore di una piazza esterna, che richiama il tipico centro cittadino del New England. Capace di ospitare eventi, i farmers market dei weekend ed intrattenimenti stagionali come la pista di pattinaggio su ghiaccio d’inverno. All’interno l’alone storico rimane il tema principale con un decorazioni d’antiquariato e pezzi vintage: la lobby presenta una libreria antica con veri e propri libri e la moquette si rifà a temi storici della zona.

L’albergo conta 250 camere e suite. Ci sono tre bar e lounge ed oltre 3000 mq di spazi per meeting e convention. Tra i negozi anche il marchio Indian Motorcycle con accessori della famosa moto nata a Springfield.

MGM in partnership con il centro d’intrattenimenti Mass Mutual Center con 8.000 posti a sedere e la Symphony Hall con 2.500 posti può lanciare grandi serate e spettacoli. Per il 30 Aprile 2019 la tournè di Cher, Here We Go Again con biglietti già in vendita dal 14 Settembre.

MGM Resorts International ha l’abilità di diffondere la sua magia di Las Vegas in altre zone degli USA. MGM gestisce 13 casino resort sul Vegas Strip, incluso Bellagio, Mandalay Bay e Luxor. L’azienda d’ospitalità ed intrattenimento gestisce anche MGM National Harbor nel Maryland, MGM Grand Detroit, Borgata Hotel Casino and Spa ad Atlantic City, Beau Rivage Biloxi and Gold Strike Casino Resort a Tunica, Mississippi.

Massachusetts Office of Travel & Tourism Italia

FB Visit Massachusetts Italia – massvacation.it

10 gen

Il National Memorial for Peace and Justice a Montgomery, AL

By ThemaNuoviMondi

TSUSA_logo_site

A Montgomery un nuovo memoriale ed un museo riscrivono la storia americana

A Montgomery,  Alabama la storia é pesante, ha un impatto immediato ed é ovunque. La storia in questa città tipica del Sud é strettamente legata alla schiavitù ed alle sue conseguenze nel tempo. Proprio a Montgomery un giovane Martin Luther King, Jr. insieme ad altri attivisti pianificò negli anni 1955-56 il famoso Montgomery Bus Boycott, dalla cantina della  Dexter Avenue Baptist Church. Sulla stessa strada i commercianti di schiavi un tempo vendevano donne, uomini e bambini in un movimentato deposito di schiavi.

Sempre a Montgomery c’é il Rosa Parks Museum, il Civil Rights Memorial al Southern Poverty Law Center e numerosi murales che commemorano i trionfi del Civil Rights Movement, il Movimento dei Diritti Civili. Tutto questo di fronte all’ Alabama River ove un tempo gli schiavisti scaricavano gente per essere venduta, mentre oggi chi ama la musica o i tifosi del baseball possono godersi un concerto dal vivo o una partita.

Nat. Memorial for Peace and JusticeFino agli anni ’90 si prestava veramente poca attenzione al retaggio storico doloroso di Montgomery con il suo passato di schiavitù e razzismo, benché la città oggi promuova il Civil Rights Trail con edifici e luoghi associati alla schiavitù tanto che il New York Times ha dichiarato la città meta Top 2018. Oggi Montgomery aggiunge al suo tessuto urbano culturale il National Memorial for Peace and  Justice, informalmente conosciuto come National Lynching Memorial (il Memoriale Nazionale del Linciaggio),  che commemora le vittime di linciaggio negli Stati Uniti per riconoscere il passato di terrorismo razziale e creare giustizia sociale. Fondato da Equal Justice Initiative, é stato inaugurato nel 2018 nel centro cittadino, costruito accanto al luogo ove gli schiavi africani venivano battuti all’asta nel mercato degli schiavi.  Chi lo visita ammira la scultura dell’artista del Ghana, Kwame Akoto-Bamfo all’entrata del memoriale. Due nuovi luoghi d’incontro — The National Memorial for Peace and Justice ed il The Legacy Museum: From Enslavement to Mass Incarceration — narrano la storia in questa città in maniera più completa. Il memoriale – infatti – cattura la brutalità ed il livello di linciaggio esistente nel Sud, poiché oltre 4000 uomini, donne e bambini di colore morirono per mano di poliziotti bianchi tra il  1877 ed il 1950 per infrazioni  considerate tali. General Lee fu linciato nel 1904 per aver bussato alla porta di una donna bianca a Reevesville nel South Carolina. Jeff Brown nel 1916 per aver urtato accidentalmente una donna bianca nel prendere al volo un treno a Cedarbluff in Mississippi. Sam Cates nel 1917 per aver dato noia a ragazze bianche ad England in Arkansas e Jesse Thornton nel 1940 per aver mancato di rivolgersi ad un poliziotto con  l’appellativo di “Mister” a Luverne in Alabama.

Il National Memorial for Peace and Justice é un luogo solenne ove può iniziare il procedimento del dare identità, del rivendicare e del guarire alla ricerca di verità e di riconciliazione, similmente a quanto successo con l’Olocausto in Germania, il genocidio in Rwanda e l’ apartheid in Sud Africa. Il memoriale disposto su 2,5 ettari di terreno mette in primo piano la schiavitù: la scultura di Kwame Akoto-Bamfo, che raffigura una madre con al collo una catena ed un neonato tra le braccia, trasmette tutto l’orrore dal quale non può sfuggire. Su una collina che si affaccia sulla scultura si vede la piazza del memoriale con oltre 800 lastre d’acciaio che rappresentano ogni contea ove si perpetuò un linciaggio  e la lista dei nomi delle gente che nessuno evidentemente fino ad oggi conosceva. Il Legacy Museum: From Ensalvement to Mass Incerceration é abbinato ed estende la narrazione dalla schiavitù alle incarcerazioni di massa odierne, sottolineando che la teoria della schiavitù non é stata abolita, ovvero che i neri sono inferiori ai bianchi. Non sono – infatti – famigliari i vari dettagliati modi con i quali il razzismo tocca ogni singolo aspetto della vita. Un’ordinanza del 1952 a Montgomery rendeva illegale per una persona di colore giocare con un bianco a carte, domino e scacchi; il giovo del biliardo interrazziale era considerato ugualmente illegale. Anche ad Atlanta nel 1942 era illegale che la squadra di colore di baseball giocasse accanto al campo dedicato alla razza bianca. Le esposizioni nel museo che si estende su oltre 1000 mq includono storia orale, materiali d’archivio e tecnologia interattiva.

 Info : TravelSouth USA Italia

TravelSouthUSA@themasrl.it – FB: Travel South USA –  Italia

www.travelsouth.visittheusa.com

引越し

Telefono

+39 02.33105841

Fax

+39 02.33105827

Recapiti

Thema Srl
Via Pisacane, 26
20129 Milano

Contattaci





Inserire qui la vostra richiesta


Invia

Chiudi scheda contatti