Per offrirti un servizio su misura www.themasrl.it utilizza cookies, anche di terze parti. Continuando la navigazione nel sito ne autorizzi l'uso.  OK   Scopri di più

Eventi

24 ago

Paducah: UNESCO CREATIVE CITY nel Kentucky

By ThemaNuoviMondi

TSUSA_logo_siteNel cuore di un’America ricca di vie d’acqua, Paducah é nella regione Western Waterlands del Kentucky: l’angolo sud occidentale dello Stato. Paducah é a metà strada tra Nashville e St. Louis e sorge alla confluenza di due fiumi – Ohio e Tennessee – in un contesto naturalistico assolutamente poderoso, che offre straordinarie esperienze outdoor. Oltre il fiume Ohio che attraversa la città, c’é l’Illinois. Fu fondata da Clark, sempre lui, l’esploratore che con Lewis trovò il passaggio a Nord-Ovest, ed è proprio la via d’acqua che consentì ai nativi indiani Chickasaw di fare scambi commerciali e rimanere in contatto con altre tribù. Più tardi i battelli a vapore solcarono le acque, preludio all’economia River & Rail  della metà dell’800. Oggi i variopinti murali di  “Wall to Wall” (oltre 50!) lungo il fiume narrano la storia nautica della città ed il suo retaggio nativo indiano. Camminando in città si ammirano classiche architetture di fine secolo mischiate a moderne, poi fabbriche riconvertite quali centri di gastronomia, shopping ed arte. Il Lower Town Arts District é completamente ristrutturato così come l’Historic Downtown del 19° secolo. Paducah sembra radunare gente con la stessa mentalità, innovativa e creativa. E questo modo avanzato di essere per costruire città più forti grazie alla  creatività, alla cultura ed all’innovazione l’ha resa una delle 9 città americane UNESCO Creative City nel campo specifico della Crafts & Folk Art. Come afferma il professor Hutchins, antropologo:  Paducah, KYL’occhio satellitare mette Paducah nel network delle città del globo che sono cucite insieme dall’arte creativa“. La sua specialità é il quilt il cui baluardo é il   National Quilt Museum, portale dell’esperienza moderna con mostre e seminari di rinomati quilter che applicano idee creative e s’avvicinano all’arte tessile. La collezione museale vanta oltre 500 pezzi d’arte tessile di famosi artisti internazionali del quilt. Il museo é di fatto la meta culturale per eccellenza tanto da attirare ogni anno accoliti internazionali, 40.000 quilter e patiti d’arte; mostre a rotazione di quilt professionali e d’arte tessile fanno ne fanno la maggiore attrattiva della città! Da oltre 30 anni Paducah ospita uno dei più grandi quilt show del Nord America, la “QuiltWeek Paducah” dell’ American Quilter’s Society basata appunto a Paducah. Oggi la QuiltWeek®si svolge due volte l’anno, ad aprile e settembre, con una competizione che vede oltre 400 quilt concorrere per il premio di $ 120.000.  La competizione internazionale presenta quilt che usano una varietà di tecniche usate dai quilmaker di tutto il mondo, mentre si svolgono workshop e seminari con alcuni tra i migliori istruttori del mondo e corsi alla Paducah School of Art & Design. Merchant Malls infine é il vero paradiso del quilter per lo shopping. Un’occasione per ammirare l’esposizione Bourbon in the Bluegrass: The Bourbon Diamond Quilts of MJ Kinman -The “Bourbon Diamond” é una serie che celebra lo spirito iconico del Kentucky attraverso la tessitura del quilt, una delle arti più amate dal Commonwealth del Kentucky. Ogni quilt s’ispira ad uno specifico distillatore di bourbon del Kentucky.
National Quilt Musuem, PaducahE’ facile esaltare la propria creatività a Paducah: si possono frequentare corsi di pittura, scultura, scrittura, cucina e recitazione. Adulti e giovani con esperienze ad ogni livello ed interessi creativi diversi possono  scegliere la propria tendenza con corsi individuali o di gruppo. Si stimano una ventina di esperienze creative disponibili in città. Poi si può esplorare la città a piedi, in bici, in carrozza; tra i tanti percorsi ovviamente non manca il QUILT BLOCK TRAIL. Ben 32 sono le tappe di questo viaggio nel mondo del quilt, ognuna con un quilt affisso ad un edificio distinto – fattoria, fienile, negozio o ristorante – e tutti comunque a Paducah. Si inizia dal “Limelight” nel down-town al National Quilt Museum e si prosegue in ordine di marcia, con l’ausilio del GPS; il tour se fatto un auto,  consente di visitare percorsi rurali. Molti dei motivi dei quilt e degli edifici di campagna narrano storie affascinanti che sono state documentate. La Kentucky Route 32 si snoda attraverso letti fluviali, pascoli e foreste. Questo progetto intende valorizzare la tradizione del quilt, le tradizioni dei contadini, la bellezza della comunità e promuove il turismo della tradizione culturale e dei mestieri legati al quilt.
Miscelate l’esperienza culturale con la ricreazione all’aria aperta attorno a Paducah; dedicatevi ad un’attività tra le tante disponibili per godere del Kentucky Lake, Lake Barkley e Land Between the Lakes che offrono oltre oltre 4.800 km di coste per avvistamento dell’avifauna e della fauna selvatica e  camminate.

Info : TravelSouth USA Italia

TravelSouthUSA@themasrl.it – FB: Travel South USA –  Italia

www.travelsouth.visittheusa.com

15 lug

Historic Deadwood, South Dakota

By ThemaNuoviMondi

TGAW - Horizontal - Tagline con statiDeadwood,nel nord delle Black Hills del South Dakota, ha molto da offrire: è una cittadina storica, autentica, oggi National Historic Landmark,  un vero spaccato del West e della Corsa all’Oro. Agli appassionati di gioco d’azzardo e di storia del West, la cittadina mineraria del 1876 offre la stessa fortuna dei cercatori d’oro d’un tempo. All’epoca arrivarono uomini e donne in cerca di fortuna in questa valle colma d’alberi e di un fiume carico d’oro. Il gioco d’azzardo é disponibile in almeno 80 Deadwood Gaming Parlor, dove l’atmosfera non é molto Deadwood 2cambiata dai tempi del pistolero Wild Bill Hickok, durante i giorni della Corsa all’Oro. Ed è proprio al Mount Moriah Cemtery  che si visita  la tombe del fuorilegge e anche quella della leggendaria Calamity Jane.
Ogni estate si rivive il passato assistendo ai regolamenti di conto con le rievocazioni  con i Gun Fights sulla  Main Street di  Deadwood: da lunedì a sabato alle 14, 16 e  alle 18

Deadwood 1L’ Adams Museum è  il più antico museo della città ed è colmo di misteri, tragedie e sogni, storia, arte. W.E. Adams fondarono questo piccolo museo per preservare la storia di  Deadwood  e delle Black Hills.  Ingresso gratuito .

Il Days of ’76 Museum rende omaggio al patrimonio passato di cowboy e pionieri della città. Molto bella è  la collezione di carrozze e carri del vecchio West. Dal  24 al 28 luglio è possibile assistere ai Days of 76 con la storica parata del 28 Luglio sulla Main Street e al tradizionale rodeo.

Un’altra visita interessante ed avvincente é al Tatanka, Story of the Bison. Commissionato da Kevin Costner, Tatanka è un centro interpretativo state-of-the-art che narra la storia del bisonte e dell’uomo tramite esposizioni interattive. Situato sull US Highway 85 a sud della città, la sua attrattiva principale è un’ impressionante scultura in bronzo che raffigura una scena di caccia al bisonte da parte nativi Lakota-Dakota: 14 bisonti inseguiti in una corsa da tre guerrieri Lakota sono sul dirupo di  un buffalo jump. Questa tecnica di caccia consentiva di uccidere un gran numero di animali per provvedere al nutrimento, alle pelli per l’abbigliamento ed i Teepee, alle ossa ed agli zoccoli per creare suppellettili. Nel famoso film Balla coi Lupi, girato tra l’altro interamente in South Dakota,  una scena di caccia ai bisonti impressionò maggiormente Kostner al punto di commissionare questa nuova scultura monumento all’artista Peggy Detmers, poi realizzata in una fonderia di Lander nel Wyoming. L’attrattiva ospita anche un campo tendato Lakota del 1845 che ritrae la vita dei Lakota Sioux, con interpreti Lakota vestiti con abiti risalenti all’epoca.

Info sul South Dakota: https://greatamericanwest.it/south-dakota/

INFO: The Great American West – Italia – https://greatamericanwest.it/

rockymountain@themasrl.it – FB: The Great American West – Italia  

24 giu

In Nord America la FIFA World Cup 2026

By ThemaNuoviMondi

Print

Il 68° FIFA Congress ha selezionato la candidatura unita di Canada, Messico e Stati Uniti d’America, per ospitare la FIFA World Cup 2026.  Il Greater Boston Convention & Visitors Bureau (GBCVB) ha stretto un’alleanza con Kraft Group, l’ufficio del Sindaco per Turismo, Sport e Spettacolo ed il Massachusetts Office of Travel & Tourism per presentare Boston ed il Massachusetts quale meta internazionale di punta meritevole di ospitare le partite della World Cup 2026. “Desidero ringraziare in modo particolare Robert Kraft, proprietario delle squadre dei New England Revolution e New England Patriots, per il suo impegno nella candidatura, specialmente a livello nazionale, quale presidente onorario del comitato di candidatura” afferma  il  Presidente & CEO del Greater Boston Convention and Visitors Bureau, Pat Moscaritolo. 

2026

La candidatura United/Canada-Usa-Messico è stata efficace per la sua capacità infrastrutturale imbattibile: 23 stadi, 150 complessi per allenamenti e milioni di camere d’albergo. 23 le città finaliste della candidatura univoca, ma solo 10 le città statunitensi che saranno elette a Giugno 2020 per ospitare le partite del 2026. L’impatto economico dei tornei del 2026 sarà senza precedenti, considerando l’espansione da 32 a 48 squadre. Con circa 6 milioni di spettatori attesi e 80 partite, la competizione si presuppone che possa generare introiti per circa 14 Miliardi di dollari.

A Moscaritolo vanno i riconoscimenti delle competizioni della World Cup 1994, quando Boston e Foxboro ospitarono le partite che siglarono Boston città di classe mondiale per eventi internazionali. All’epoca i visitatori internazionali aumentarono del 50% nei cinque anni successivi la World Cup. Ora l’alleanza dei partner in Massachusetts è concentrata  a convincere la FIFA a selezionare Boston tra le dieci città ospitanti nel 2026. ” Boston ed il suo aeroporto Logan Airport spiccano per servire 60 destinazioni internazionali con voli diretti, ed il Gillette Stadium è una struttura state-of-the-art che ha già ospitato importanti eventi internazionali. Si aggiungono ulteriori 7.000 camere d’albergo a quelle disponibili nel 1994. Ritengo che ci siano tutte le credenziali per convincere FIFA” aggiunge Moscaritolo.

Info: Ufficio Turismo Massachusetts

www.massvacation.it – FB Visit Massachusetts Italia –

Bostonma@themasrl.it

07 giu

A Milano TRAVEL SOUTH USA promuove gli Stati del Sud USA

By ThemaNuoviMondi

TSUSA_logo_site

Una delegazione di Stati e città del Sud Est USA (Alabama, Georgia, Kentucky, Louisiana, North Carolina, South Carolina, Atlanta/GA, New Orleans/LA, Nashville/TN, Memphis/TN, Charleston/SC, Savannah/GA, St. Louis/MO)  è giunta a Milano il 7 ed 8 Giugno, in un percorso di promozione turistica indirizzato agli operatori e alla stampa. Il mercato turistico Italiano, quarto per importanza in Europa, è stato il focus dell’interesse della giornata milanese svoltasi negli ambienti della IMG_8508Scuola de La Cucina Italiana e dell’hotel The Square.

Due grandi chef americani Frank Lee e Bob Waggoner (entrambi del South Carolina) hanno svolto un ruolo fondamentale  nel concertare un piatto locale, genuino spirito  “Southern” nei menù e sulla tavole regionali: Shrimp & Grits (il grits è una sorta di polenta morbida tipica degli Stati del Sud), per  continuare con pesche glassate al Bourbon con noci pecan candite ed una degustazione di Bourbon del Kentucky Woodford Reserve.

Il turismo italiano verso gli Stati Uniti si sta diversificandosi sempre più e tra gli appassionati della principale destinazione lungo raggio  sta maturando la curiosità di dedicare un viaggio nell’autentico Sud. Scoprire le decantate leggendarie terre di Rossella O’Hara, i luoghi che hanno originato grandi musicisti jazz, blues, bluegrass, country e di altri generi musicali che fanno la storia della musica americana; ammirare paesaggi languidi a ridosso dei fiumi – primo fra tutti il Mississippi – o indulgere sulla lunga fascia costiera; perlustrare le montagne degli Appalachi ed abbandonarsi al richiamo della tante affascinanti cittadine e comunità cosmopolite.

Dal gennaio 2018 è anche stato lanciato il nuovissimo ed appassionante U.S. CIVIL RIGHTS TRAIL CRT_circular_TM_logo_RGBche abbraccia oltre 100 luoghi della memoria delle maggiori battaglie per i Diritti Civili, proprio nell’anno del 50° anniversario della morte di Martin L.King Jr. assassinato a Memphis. Ed é proprio questo percorso di lotte e sofferenze che candida alcuni dei luoghi a patrimonio mondiale dell’Unesco.

Ma tornando al gusto. Non è novità che le terre del Sud-USA trovino riscontro anche quest’anno nei riconoscimenti James della Beard Foundation che premiano la migliore industria della ristorazione americana, gli Oscar del mondo gastronomico. Esemplare il premio per eccellenza nei cocktail, distillati e birra ottenuto da Cure a New Orleans, Louisiana. Altrettanto importante, il premio di miglio Ristorante d’America ed al contempo di migliore Chef nella Pasticceria ottenuto da Highlands Bar & Grill a Birmingham, Alabama. Altro valido esempio eminente è il premio per il programma vinicolo con eccelsa carta di vini, staff esperto e ottimo approccio verso l’educazione del cliente al vino: il FIG di Charleston, South Carolina. Spiccano poi i migliori chef: Nina Compton del Compère Lapin a New Orleans e Rodney Scott del Rodney Scott’s BBQ sempre a Charleston, South Carolina. Insomma il Sud USA é certamente una regione gaudente quando di parla di sapori, ingredienti freschi di territorio, carni, pesce e molluschi ai quali s’aggiungono le tante spezie e salse create con ricette segrete, tramandate da generazioni. Prima voce  in menù senza dubbio il BBQ che in taluni stati quali Alabama e South Carolina conduce addirittura a battere veri a propri percorsi – i TRAIL – per aiutare il visitatore a godere di questo succulento piatto regionale.

Infine: un assaggio di Bourbon è la migliore esperienza in questa regione, e nel Kentucky storicamente si concentra la sua  maggior produzione.  Il Bourbon viene distillato esclusivamente negli Stati Uniti tanto che nel 1964 il Congresso fissa i parametri con il Federal Standard of Identity for Bourbon tra i quali l’invecchiamento in botti di quercia, nuove e tostate internamente per facilitare la penetrazione del distillato nel legno.

Una delle distillerie più antiche del Kentucky, è la WOODFORD RESERVE  costruita sulla storia, poiché sorge nel luogo per eccellenza della distillazione dove Elijah Pepper iniziò a produrre whiskey nel 1812. Ambrato con un corposo sapore di segale e note speziate, raggiunge anche i 45° alcolici. La distilleria si trova Versailles, Kentucky  ed è aperta ogni giorno della settimana; disponibili tour per esplorare oltre 200 anni di storia e  di un vero e proprio National Historic Landmark.

Non c’è da meravigliarsi se al Kentucky Derby 2018 (la competizione ippica più celebre degli USA giunta alla 144° edizione) la partnership tra le due eccellenze dello stato abbia forgiato un unico appellativo: Kentucky Derby powered by Woodford Reserve. 

Viaggi nel South USA sono proposti dai maggiori Tour Operator italiani in varie formule, viaggi accompagnati con guide italiane, itinerari Fly & Drive, partenze speciali per eventi musicali, percorso storici, gastronomici e viaggi di nozze quanto più romantici. Il Sud USA beneficia di voli diretti Delta Air Lines  dall’Italia per Atlanta, da Milano, Roma e Venezia.

TRAVELSOUTH USA è il consorzio turistico che promuove nel mondo la regione del Sud Est USA che comprende 12 stati (Alabama, Arkansas,  Georgia, Kentucky, Louisiana, North Carolina, South Carolina, Mississippi, Missouri, Tennessee, Virginia e West Virginia). A Milano ha sede l’Ufficio TravelSouthUSA Italia presso Thema Nuovi Mondi Srl.

 by TravelSouthUSA Italia – FB Travel South USA Italia

TravelSouthUSA@themasrl.it

 

21 mag

Charlotte, NC festeggia il 250° anniversario

By ThemaNuoviMondi

CHARLOTTE, North Carolina: città con 10 ottimi motivi per scoprirla nel suo 250° Anniversario

Città delle Caroline americane con maggior propulsione di crescita, 16° per grandezza negli USA con 2.5 milioni di abitanti. River rafting olimpionico e U.S.National Whitewater Center, alta velocità sulle quattro ruote alla NASCAR Hall of Fame: tutte esperienze che solo qui si possono provare. CHARLOTTE attira per il progressivo mutamento del suo paesaggio urbano in una contesto di giovialità e ospitalità, vantando l’orgoglio longevo di città nella quale risiedere. Ed é per questa sua qualità che il visitatore si sente istantaneamente a proprio agio a Charlotte. Fondata nel 1768 celebra il 250° anniversario nel 2018 e molti sono gli aspetti intriganti che richiamano ad un soggiorno nella città più grande della North Carolina. Dieci sono i buoni motivi per visitarla e scoprirla:

  1. STORIA NASCOSTA – E’ la prima città statunitense a voler l’indipendenza e dove si è tenuta la prima corsa all’oro sono due eventi storici che fanno parte dell’affascinante passato di Charlotte. Ricca la sua storia che si può ripercorrere al The Charlotte Museum of History, al Wells Fargo History Museum ed al Levine Museum of the New South.
  2. ONLY-IN-CHARLOTTE – The Billy Graham Library segue le tracce nel nativo cristiano evangelico Billy Graham nel suo viaggio dinamico da un caseificio ai grandi stadi del mondo. Carowinds invece ospita FURY 325, le più veloci ed alte montagne russe d’ America, mentre lo S.National Whitewater Center presenta il fiume artificiale più grande del mondo per la discesa delle rapide ed il primo complesso permanente di immersioni in profondità!
  3. ELDORADO delle CORSE AUTOMOBILISTICHE – Sede di circa il 90% delle squadre NASCAR, del circuito CHARLOTTE MOTOR SPEEDWAY e della NASCAR HALL of FAME – collegata al Charlotte Convention Center – la città offre esperienze ad alto numero di ottani come in nessun altro luogo.
  4. CITTA’ di SAPORI – Il Downtown che i locali chiamano UPTOWN, vanta oltre 200 punti ristoro che vanno dalla gastronomia regionale, alla nazionale ed ai sapori internazionali; la città ad ogni singolo isolato può offrire la cucina tipica del Sud. Ristoranti quali THE KING’s KITCHEN, THE ASBURY, STOKE CHARLOTTE e MERT’S HEART & SOUL hanno nel proprio menù biscuits, pollo fritto, pesce gatto della North Carolina ed una ricchezza di contorni da far venire l’acquolina in bocca.
  5. KNOW-HOW della VITA NOTTURNA – La vita notturna di Charlotte varia quanto i suoi quartieri. Al tramontare del sole i luoghi caldi dell’intrattenimento quali l’EpiCentre ed AvidXchange Music Factory presentano nightclub a tema, musica dal vivo e piste da ballo.
  6. ROOFTOP BAR – Per godersi splendide vedute dai tetti dello smagliante skyline di Charlotte si può sorseggiare un cocktail al Farenheit Charlotte, al City Lights Rooftop Bar, al Merchant & Trade del Kimpton Tryon Park Hotel oppure al Nuvole Rooftop TwentyTwo, proprio in cima al nuovissimo AC Hotel and Residence Inn Charlotte City Center.
  7. CHARLOTTE alla SPINA – Circa 50 birrifici artigianali hanno sede a Charlotte. Il primi birrificio cittadino Old Mecklenburg Brewery si attiene alle leggi della purezza della birra, invitando entusiasti a godere di una birra ad alta fermentazione in un ristorante d’ispirazione germanica con il biergarden. Produttori di sidro, distillati e locali speakeasy costellano lo scenario progressista del bere in città.
  8. SQUADRE di CASA – Numerose squadre di sport professioniste hanno la propria sede a Charlotte che ospita circa 200 eventi sportivi l’anno. Dai Charlotte Hornets dell’NBA ai Carolina Panthers dell’ NFL, dai Charlotte Hounds del MLL ai Triple-A Charlotte Knights, ai Charlotte Checkers dell’AHL ed infine ai Charlotte Independence dello USL, tra le varie squadre.
  9. SHOPPING FIRMATO – Tra i marchi più esclusivi compresi nella regione tra Atlanta e Washington D.C., la tenuta dello shopping a Charlotte é ad alti livelli. SouthPark Mall presenta firme top mentre Charlotte Premium Outlets e Concord Mills sono famosi per le offerte. Le boutique in città sfoggiano di tutto ed i mercati locali quali 7th Street Public Market, Atherton Mill and Market e Tompkins Hall sono adatti a chi ama artigianato e gastronomia.
  10. ARTE&CULTURA – Dalle musiche di Broadway al Blumenthal Performing Arts, dalle esposizioni d’arte dei famosi musei quali Bechtler Museum of Modern Art al Mint Museum, Charlotte dispone di una scena artistica e culturale per diversi tipi di esperienze. Il Levine Center for the Arts Access Pass offre 48 ore d’accesso a 3 musei top a soli 20$.

Info : TravelSouth USA Italia

TravelSouthUSA@themasrl.it – FB: Travel South USA –  Italiawww.travelsouth.visittheusa.com

18 mag

Nuovo brand per il consorzio regionale del Nord Ovest USA

By ThemaNuoviMondi

 logo GAW

I dipartimenti del turismo di Idaho, Montana, North Dakota, South Dakota e Wyoming lanciano il brand The Great American West per promuovere la regione internazionalmente

18 Maggio 2018 – CHEYENNE, Wyoming – Gli uffici del turismo di Idaho, Montana, North Dakota, South Dakota e Wyoming hanno il piacere di annunciare il nuovo nome del consorzio regionale ed il nuovo brand nei mercati internazionali: The Great American West.

Abbiamo studiato un brand che potesse immediatamente esprimere le sensazioni quando si visitano i nostri stati, e l’abbiamo trovato in The Great American West,” afferma James Hagen, Secretary del South Dakota Department of Tourism. “Dalle culture Western e dei Nativi d’America agli impressionanti scenari paesaggistici della nostra regione, non vediamo l’ora di mostrare al mondo intero perché vale la pena intraprendere  un viaggio nei nostri cinque stati

Da quando è stato costituto il consorzio multi-stato agli inizi del 1990, la regione ha attirato viaggiatori internazionali per oltre 27 anni sotto il vecchio brand The Real America, facendo leva sui vasti territori incontaminati, l’abbondante fauna selvatica, le tradizioni western e le leggendarie  icone nazionali. Il nuovo nome,   marchio e logo riflettono l’impegno più ampio del consorzio regionale nel promuoversi a livello internazionale quale meta di punta negli Stati Uniti.

The Great American West identifica meglio la nostra regione da un punto di vista  geografico  e sostiene i nostri sforzi nel presentare una storia ricca ed esperienze autentiche che distinguono i nostri stati” dice Sara Otte Coleman, Direttore del North Dakota Tourism.

Gli stati di The Great American West ospitano numerosi parchi, monumenti e memoriali nazionali che preservano le risorse naturali e la grande tradizione della nazione. Nel corso degli ultimi quattro anni il consorzio regionale ha lavorato in ricerche approfondite nei mercati internazionali  per identificare un marchio che fosse il collegamento perfetto tra la regione e queste meraviglie della natura.

We are The Great American West,” conferma Diane Shober, Executive Director del Wyoming Office of Tourism.Nel promuovere collettivamente i nostri cinque stati, é imperativo che il nostro nome definisca chiaramente chi siamo, nell’intento d’ispirare i viaggiatori a conoscerci meglio e provare le esperienze avventurose che qui si possono trovare.”

The Great American West mostra un’associazione molto forte a questi contenuti, rafforzando ulteriormente la capacità di catturare l’attenzione dei viaggiatori audaci ed intrepidi alla ricerca di avventure autentiche e di coloro che vogliono immergersi nel vero cuore del West.

E’ una vera partnership tra i nostri cinque stati che compongono una regione,” dice Sean Becker, Administrator per il Montana Office of Tourism and Business Development. “Competere in campo internazionale comporta un’identificazione facile del nostro consorzio regionale, ed al contempo un’idea di maestosità. Siamo orgogliosi di far parte di questo percorso creativo considerando lo strenuo lavoro per attirare ancor più viaggiatori internazionali verso  The Great American West.”

Il consorzio regionale è interamente finanziato dai dipartimenti del turismo con la missione di portare visitatori dai mercati internazionali, quali Regno Unito, Germania, Australia, Francia, Italia, Benelux e Paesi Scandinavi  – catturando il potenziale di collaborazione regionale tramite programmi di marketing creativi e cooperativi usando abilmente economie di scala. Questo consorzio regionale – ora con il nome di The Great American West – ha un accordo con Rocky Mountain International (RMI) per sovraintendere  le attività di  marketing di ciascun stato e gestire gli uffici di rappresentanza esteri in ogni singolo mercato internazionale.

Una parola può avere molti significati e volevamo che il marchio comportasse un riconoscimento appropriato e rappresentasse la storia della nostra regione,” conclude Mathias Jung, CEO e Proprietario of Rocky Mountain International. “The Great American West esemplifica un impegno duraturo che questi cinque stati hanno siglato nel consorzio e collettivamente non possiamo che guardare al futuro e rappresentare il West nel mondo.”

Il cambiamento di brand giunge proprio con la partecipazione dei cinque stati a Denver (Colorado) all’evento annuale della U.S. Travel Association, l’IPW il più importante mercato internazionale dell’industria del turismo ed il maggior generatore di viaggi verso gli Stati Uniti d’America. La presentazione ufficiale di The Great American West verrà svelata e celebrata ai tour operator internazionali, ai fornitori regionali ed ai partner nella serata del Martedì 22 Maggio all’IPW.

Il marchio The Great American West e la sua nuova grafica sono visibili nei nuovi siti internet, nei canali social, negli stand alle fiere di settore ed in altre occasioni. Per saperne di più su prodotti e destinazioni offerte: https://greatamericanwest.ithttps://greatamericanwest.co/

###

The Great American West

The Great American West é il marchio rappresentativo del marketing internazionale di Idaho, Montana, North Dakota, South Dakota e Wyoming. Collettivamente il gruppo si promuove sia all’industria del turismo (Tour Operator, Agenzie di Viaggi etc) che al consumatore tramite campagne pubblicitarie e relazioni pubbliche. Individualmente ogni ufficio del turismo lavora con i propri partner locali per aumentare la conoscenza dei propri territori e della regione nella sua interezza, tramite promozioni di prodotti turistici e di mete di viaggio. The Great American West ha un contratto con Rocky Mountain International nel coordinamento degli sforzi coesi in sette mercati internazionali: Regno Unito, Germania, Australia, Francia, Italia, Benelux e Paesi Scandinavi.

 

Rocky Mountain International

Rocky Mountain International é specializzata in marketing del turismo internazionale e sviluppo di business per gli USA occidentali. La sua missione é l’incremento dei visitatori internazionali, della capacità di spesa e delle quote di mercato della regione con lo scopo di alimentare le economie dei propri stakeholder. Il suo lavoro contribuisce significativamente alla creazione di posti di lavoro, alle entrate fiscali ed al miglioramento della qualità di vita nelle comunità locali. La sede centrale di  RMI é a Cheyenne, Wyoming con uffici esteri a Londra, Monaco, Amsterdam, Parigi, Milano e Sydney. Per ulteriori informazioni: RMIMarketing.com.

RMI Italia:  rockymountain@themasrl.it

14 mag

Powwow in South Dakota

By ThemaNuoviMondi

RealAmerica-01

C’é sempre qualcosa da fare e da vedere in South Dakota! Per scoprire la cultura dei Sioux si assiste ad uno dei raduni di Nativi  

Il South Dakota  conta almeno 71.800 Nativi, per lo più Dakota, Lakota e Nakota. 9 sono le riserve indiane sparse in tutto lo stato con le relative tribù: Cheyenne River Sioux Tribe, Crow Creek Sioux Tribe, Flandreau Santee Sioux Tribe, Lower Brule Sioux Tribe, Oglala Sioux Tribe, Rosebud Sioux Tribe, Sisseton Wahpeton Oyate, Standing Rock Sioux Tribe and Yankton Sioux Tribe

NativeAmerican16_Powwow_SDOgni riserva ha speciali eventi ed attività sociali e culturali. I Powwow o Wacipi delle tribù, i giochi e i rodeo sono eventi tradizionalmente aperti al pubblico. L’origine della parola POWWOW è incerta. Alcuni affermano che sia algonchina e significa medicine; altri dicono sia francese e significhi raduno , mentre altri pensano che derivi dagli Indiani delle praterie meridionali. Nell’epoca moderna la parola ha assunto il significato preciso di raduno annuale estivo, che prevede socialità e danze cerimoniali.

Il Powwow può durare uno o molteplici giorni. E’ il momento durante il quale Lakota, Dakota o Nakota e membri delle tribù eseguono le onorificenze, consegnano i doni, si riuniscono nelle famiglie, ritrovano gli amici, si accampano e le tribù si ricongiungono. Durante i mesi estivi la celebrazione wacipi è normalmente svolta all’aperto con alcuni ripari o con un’area al coperto, dove si siede l’audience ed i danzatori, mentre al centro lo spazio è riservato per le danze. Il Black Hills PowwowHe Sapa Wacipi in lingua Lakota – invece si celebra all’interno durante il mese di Ottobre. E’ l’evento portante della cultura Nativa americana con tre giorni di celebrazioni con danze, musica di tamburi in cerchio e mostre d’arte. Solitamente oltre 1.800 danzatori partecipano a questa celebrazione culturale in onore della propria storia, tradizioni e cultura. L’evento si svolge a Rapid City, la seconda città dello Stato per grandezza.

Bisogna munirsi di permessi speciali per poter partecipare alla maggior parte delle cerimonie religiose, che di solito non tutte sono accessibili al visitatore. Ogni tribù preserva la propria religione e tradizione con estremo orgoglio.

Qui sotto il  calendario dei principali Powwow nel 2018 in South Dakota:

  • Kenel Memorial Day Powwow, Kenel: 28 Maggio
  • Sisseton Wahpeton Wacipi , Sisseton: 6-8 Luglio
  • Flandreau Santee Annual Traditional Powwow, Flandreau:  20-22 Luglio
  • Fort Randall Powwow, Lake Andes: 4-6 Agosto
  • Oglala Nation Powwow and Rodeo, riserva di Pine Ridge 2-5 Agosto
  • Rosebud Fair, Rodeo and Powwow, Mission 26-26 Agosto
  • Cheyenne River Sioux Tribe Fair, Rodeo & Powwow , Eagle Butte: 30 Agosto – 2 Settembre
  • Northern Plains Indian Art Market and Powwow, Sioux Falls: 29-30 Settembre
  • Gathering of the Wakanyeja, Joseph Indian School a Chamberlain : 13-15 Settembre
  • Black Hills Powwow: He Sapa Wacipi Na Oskate, Rapid City 5-7 Ottobre

Info sui Nativi in South Dakota:  http://realamerica.it/indiani-nativi/south-dakota/

               

RMI Italia – RealAmerica.it – FB: Real America – Italia   – rockymountain@themasrl.it

09 mag

IDAHO TOURISM si unisce a MONTANA, NORTH DAKOTA, SOUTH DAKOTA e WYOMING nel Consorzio Turistico Rocky Montain Int.

By ThemaNuoviMondi

RMI Green GradientCHEYENNE, Wyoming (9 Maggio, 2018) – La Idaho Division of Tourism Development e Rocky Mountain International (RMI) annunciano oggi che l’Idaho si unisce agli uffici del turismo degli stati del Montana, North Dakota, South Dakota e Wyoming per formare una squadra di cinque stati regionali nella promozione turistica internazionale.

Idaho Tourism ha il piacere di unirsi a Rocky Mountain International e contribuire in questo eccezionale gruppo di stati del West,” afferma Matt Borud, Marketing and Innovation Officer per Idaho Tourism. “La partnership con gli stati confinanti tramite Rocky Mountain International offrirà alle comunità, alle attrattive ed agli esercizi commerciali la più estesa visibilità ai mercati internazionali del turismo e rafforzerà le finalità collettive della collaborazione nel promuovere la regione ai viaggiatori di tutto il mondo.”

Le caratteristiche western dell’Idaho, gli scenari mozzafiato, i cieli, le numerose strade scenografiche e le molteplici attività outdoor sono da sempre desiderio dei viaggiatori internazionali. La partnership consente ai cinque stati di promuovere la regione quale meta top degli U.S. verso i mercati internazionali quali United Kingdom, Germania, Australia, Francia, Italia, Benelux e paesi Scandinavi, canalizzando informazioni e promozione turistica verso questa zona del nord-ovest USA.

Siamo molto soddisfatti di avere con noi l’Idaho!” conferma Mathias Jung, CEO di RMI. “Quest’espansione agirà quale spinta ulteriore in visibilità e viaggi verso la nostra regione e complementa la nostra offerta turistica stellare. Non esiste nessun’altra realtà consorziale di marketing turistico con una storia solida quanto la nostra e con un futuro allettante”.

Il programma é interamente supportato dai dipartimenti del turismo in partnership con RMI, con la missione di veicolare il traffico turistico internazionale sfruttando il potenziale collaborativo della regione, grazie a programmi di marketing creativi e di collaborazione che beneficiano di una leva finanziaria propria del consorzio. Quest’aggiunta al programma apre ulteriori opportunità ai fornitori ed ai partner dell’ Idaho nel partecipare agli sforzi promozionali verso i mercati esteri.

Tradizionalmente dal 1990 nei mercati internazionali il marchio conosciuto é The Real America, ma godrà ora con cinque stati di un nuovo brand che verrà annunciato – con apposito nuovo logo – all’ evento IPW a Denver, dal 18 Maggio p.v..

Info su Idaho Tourism: visitidaho.org e tourism.Idaho.gov.

###

Rocky Mountain International

Rocky Mountain International con sede centrale a Cheyenne, Wyo., é l’organizzazione regionale di promozione turistica per  Idaho, Montana, North Dakota, South Dakota e Wyoming. RMI assiste nel raggiungere obiettivi stabiliti nelle PR specializzate e nella promozione, con lo spirito di stimolare ed ispirare conoscenza sulla regione quale meta attrattiva ed accessibile al turismo internazionale, in sette maggiori mercati esteri:  United Kingdom, Germania, Australia, Francia, Italia, Benelux e Paesi Scandinavi. La missione di RMI é aumentare il traffico turistico internazionale, la durata del soggiorno e la spesa nella regione. Per altre info su RMI: RMIMarketing.com.

 

RMI Italia – www.RealAmerica.it – FB: Real America – Italia   – rockymountain@themasrl.it

 

26 apr

L’Ufficio del Turismo del Massachusetts lancia il Massachusetts Whale Trail

By ThemaNuoviMondi

Print

 

L’Ufficio del Turismo del Massachusetts lancia il        Massachusetts Whale Trail: il nuovo percorso collega le escursioni whale watching, i musei, i tour ed i luoghi storici nel Commonwealth

squaremap_v1 - CopiaIl Massachusetts Office of Travel and Tourism (MOTT) annuncia il primo vero Massachusetts Whale Trail, una importante collaborazione tra tutte le regioni turistiche del Bay State per promuovere il territorio che si estende da Provincetown a Pittsfield. Narrare la storia del Commonwealth attraverso il suo collegamento alle balene, questo l’intento del  Massachusetts Whale Trail con 40 tappe lungo la costa ed anche una tangente letteraria che unisce i luoghi al Western Massachusetts. I partner del Whale Trail sono musei, attrazioni, luoghi storici, centri educativi e tour. “Il lancio del nuovo  Massachusetts Whale Trail ci emoziona,” afferma Francois-Laurent Nivaud, Executive Director del Massachusetts Office of Travel and Tourism. “Il Whale Trail cattura lo spirito marittimo del Massachusetts ed offre ai visitatori un nuovo modo di rimanere coinvolti nelle tante nostre lunghe storie collegate alle balene”.

Il Massachusetts Whale Trail unisce circa 40 regioni, luoghi  ed esperienze associate al mammifero marino del quale attualmente esistono 11 specie lungo le coste del Commonwealth tanto da generare 800.000 visitatori l’anno. Tra i luoghi ci sono in monumenti storici quali la Old Whaling Church a New Bedford, le escursioni di whale watching da Provincetown fino a Newburyport, i musei quali il Nantucket Historical Association Whaling Museum e le attività educative come il SEA SPACE Marine Discovery Center a Provincetown. Oltre la costa i luoghi lungo il Melville Trail nel Western Massachusetts sono strettamente legati al famoso autore del rinomato romanzo Moby Dick, Herman Melville.Tra i partner regionali si contano i Massachusetts Regional Tourism Councils, così come gli uffici turistici locali delle singole cittadine da New Bedford a Salem.

Oltre alla tradizionali attrazioni, il visitatore é invitato ad investigare più profondamente le influenze culturali create dalle balene. La promozione di MOTT – infatti – presenta gallerie con arte baleniera quali ad esempio la Focus Gallery a Chatham/Cape Cod, e la produzione di birra artigianale con la Moby Dick Brewing Company a New Bedford.

A supporto della promozione del Massachusetts Whale Trail, MOTT lancia un sito internet http://www.massvacation.it/immagina/massachusetts-whale-trail/  e propone itinerari che mettono in risalto esperienze interattive suddivise per temi. Tra gli itinerari ad esempio, c’é un percorso per appassionati di letteratura che esplora un tragitto dedicato alla vita di Herman Melville ed all’ispirazione coltivata in Massachusetts. Un altro percorso illustra avventure outdoor con gite per avvistare le balene e luoghi ove provare direttamente l’esperienza della vita marina. I luoghi lungo il trail al contempo lanciano promozioni speciali e pacchetti a sostegno dell’iniziativa, usando l’ hashtag #whaletrailMA.

Per ulteriori informazioni sul Massachusetts Whale Trail, visitate:http://www.massvacation.it/immagina/massachusetts-whale-trail/

###

Il Massachusetts Office of Travel & Tourism é l’ufficio statale che si dedica alla promozione del turismo nel Commonwealth. La missione di MOTT é promuovere il Massachusetts quale meta di viaggi vacanza e viaggi di lavoro per il mercato domestico così come per quello internazionale, contribuendo alla crescita economica del Commonwealth. MOTT lavora con 16 uffici del turismo regionali nello stato e con un’ampia serie di alleanze turistiche quali Discover New England e BrandUSA.

 In Italia: massvacation.it – FB Visit Massachusetts-Italia – email:bostonma@themasrl.it

 

18 apr

In Massachusetts debutta MASTERPIECE TRAIL

By ThemaNuoviMondi

Print

Il Massachusetts Office of Travel & Tourism (MOTT) ha creato il nuovo MASTERPIECE TRAIL che conduce i visitatori ad alcune delle più importanti opere d’arte ospitate in tutto lo stato, collegando 13 regioni turistiche ed offrendo così un’esperienza culturale sfaccettata per amanti dell’arte. Trattasi di 24 opere di 24 gallerie d’arte e musei del Commonwealth, che riflettono lo spirito artistico del Bay State grazie alle sue collezioni di diversa arte.

Visitando solo un museo in Massachusetts, il visitatore può scoprire opere d’arte notevoli ” afferma Francois L.Nivaud, Executive Director del Massachusetts Office of Travel & Tourism, “usando però il Masterpiece Trail quale guida, il viaggiatore può continuare il proprio viaggio verso altri musei ed ammirare un’impareggiabile collezione artistica di famosi maestri di tutto il mondo, ubicata proprio in Massachusetts“.

Il Masterpiece Trail – infatti – presenta lavori straordinari che fanno parte di collezioni permanenti o a lungo termine in Massachusetts e, giungendo in anticipo dal 27 Aprile al 6 Maggio, si partecipa anche all’ArtWeekMA, un’iniziativa d’arte,cultura ed eventi creativi che si snoda in ogni regione dello stato.

Volevamo offrire ai turisti ed alla gente locale una maniera accessibile e coinvolgente per provare l’esperienza dell’arte iconica che ospitiamo in Massachusetts: dai lavori ben noti a gemme nascoste, pezzi unici che rappresentano un assaggio di ciò che il Massachusetts offre“, afferma Shannon Healey, Direcor of Domestic Public Relations del Massachusetts Office of Travel & Tourism.

Il MASTERPIECE TRAIL sarà disponibile nel sito internet di MOTT, www.massvacation.it/esplora/arti/masterpiece-trail/ Il divertimento di questo percorso artistico innovativo inizia dai musei locali e dalle gallerie che mettono in luce un modo nuovo di pensare alla cultura in Massachusetts. Le opere presentate includono pezzi classici quali la Chitarra Cavelli esposta all’Isabella Stewart Gardener Museum o alla tela Fumée d’Ambre Gris di John Singer Sargent al Clark Institute, per arrivare a Ronan the Pug al Museum of Bad Art o a O, Happy Day! scultura di Thomas Maley alla Field Gallery a Martha’s Vineyard. Il percorso invita gli amanti dell’arte e gli appassionati ad avventurarsi ed esplorare arte e destinazioni nuove del Massachusetts con una nuova lente d’osservazione.

Ulteriori informazioni sul Masterpiece Trail:  www.massvacation.it/esplora/arti/masterpiece-trail/

Il Massachusetts Office of Travel & Tourism coltiva la principale missione di promuovere il Massachusetts per viaggi di piacere e di lavoro a carattere domestico ed internazionale, e contribuisce alla crescita economica del Commonwealth. MOTT lavora a stretto contatto con 16 distretti turistici regionali in tutto lo stato e con le più ampie alleanze quali Discover New England e BrandUSA.

In Italia: massvacation.it – FB Visit Massachusetts-Italia – email:bostonma@themasrl.it

引越し

Telefono

+39 02.33105841

Fax

+39 02.33105827

Recapiti

Thema Srl
Via Pisacane, 26
20129 Milano

Contattaci





Inserire qui la vostra richiesta


Invia

Chiudi scheda contatti